La misura del confine di Andrea Papini

Recensioni Film - Per dire la tua sul cinema! [+] Recensisci e Vota

Dati principali, scheda, locandina, manifesto cinema, info, curiosità per La misura del confine - [Trama, giudizi e opinioni]
Altri film, opinioni, recensioni, informazioni - Altri film diretti da Andrea Papini - Correzioni/Aggiunte - Sito ufficiale di La misura del confine / La misura del confine - Video YouTube di Andrea Papini La misura del confine - Cerca e trova - Stampa pagina - Condividi su
Crea il tuo Sito con EasyWebEditor, i tuoi CD cataloghi prodotti con CDFrontEnd, i tuoi ebook con EBooksWriter - VisualVision.it
 



locandina La misura del confine
 
Regista: Andrea Papini
Titolo originale: La misura del confine
Durata: 79'
Genere: Thriller
Nazione: Italia
Rapporto:

Anno: 2010
Uscita prevista: 06 Maggio 2011 (cinema)

Attori: Paolo Bonanni, Lorenzo Degl’ Innocenti, Giovanni Guardiano, Luigi Iacuzio, Peppino Mazzotta, Beatrice Orlandini, Adriana Ortolani, Tommaso Spinelli, Thierry Toscan, Massimo Zordan, Rolando Alberti
Soggetto: Andrea Papini,Monica Rapetti
Sceneggiatura: Andrea Papini, Monica Rapetti

Trama, Giudizi ed Opinioni per La misura del confine (clic qui)...In questa pagina non c'è nemmeno la trama per non fare spoiler in nessun caso.
 
Fotografia: Benjamin Nathaniel Minot
Montaggio: Maurizio Baglivo
Musiche: Musica Nuda, Petra Magoni, Ferruccio Spinetti
Scenografia: Roberto Conforti
Costumi: Moris Verdiani

Produttore: Sandro Frezza,Ferdinando Vicentini Orgnani,Sergio Bernardi
Produzione: ALBA Produzioni
Distribuzione:

La recensione di Dr. Film. di La misura del confine
Nessun commento di Dr.Film per ora...

LEGGI e SCRIVI opinioni e recensioni su La misura del confine
Opinioni e recensioni su La misura del confine, clic qui...

Colonna sonora / Soundtrack di La misura del confine
Potrebbe essere disponibile sotto, nei dati aggiuntivi (clic qui).

Informazioni e curiosità su La misura del confine

Note dalla produzione:

La misura del confine | Relazione artistica
Si può raccontare l’attualità delicatamente, senza necessariamente provocare e senza essere sguaiati, prendendo come punto di osservazione un inusuale rifugio di montagna che ospita personaggi che arrivano da diverse regioni italiane? Se sì, questo film ne è il risultato. L’idea è quella di esplorare i sogni del presente mettendo i protagonisti di fronte al loro stesso passato e all’ipnotica attrazione che la montagna crea sui loro desideri. La misura del confine risulta così non un film sulla montagna, bensì un film ambientato in montagna, dove questa condiziona, catalizzandoli, i comportamenti di chi si trova –ognuno per un motivo diverso – ad incontrarla.

Il film è ambientato interamente in un affascinante rifugio situato in mezzo a panorami mozzafiato, al confine tra la Val d’Aosta e il Piemonte: il Vigevano. All’interno della costruzione, realizzata ai primi del ‘900 poco prima della spedizione della regina Margherita di Savoia in vetta al Monte Rosa, s’incontrano, attorno alla mummia, le vite insicure e confuse degli undici protagonisti. I rapporti sentimentali di ognuno di loro, dai topografi alle guide e ai gestori, sono come sospesi, pieni d’indecisioni appena accennate ma al tempo stesso facilmente riconoscibili, simili per tutti. L’unico che risulterà avere una relazione stabile è il rude, antico e silenzioso Ulrich, che non parla mai d’amore, ma la sera è atteso dalla moglie, che lui raggiunge saltellando lungo il sentiero che lo riporta in valle, agile come uno stambecco.
Quasi tutti, isolati in quel luogo, di fronte alle irrazionalità che si trovano ad incontrare reagiscono come possono, abbandonando spesso logica e razionalità.
Gli unici che hanno i mezzi per interpretare la realtà sono i due topografi, uomini di scienza; ma la scienza, che loro utilizzano come strumento, non può risolvere tutto. Unisce, comprende. Affratella, anche, come succede ai due sensibili topografi. Ma nulla può fare nei confronti delle passioni umane.

Un breve discorso va fatto in merito ai film di e sulla montagna, spesso intrisi di retorica nel tentativo di riportare allo spettatore le emozioni provate dai protagonisti nelle loro spedizioni. In questo caso la montagna è, come si diceva, sia lo sfondo della storia, sia un contenitore delle storie di coloro che la montagna la abitano e la sfidano. La montagna, ed una montagna così alta come nel nostro caso il Monte Rosa, negli ultimi cinquant’anni, ha subito una profonda trasformazione. Da territorio ostico che ha spinto le popolazioni locali – spesso completamente isolate dal mondo per mesi a causa della neve – a sviluppare interessantissimi modelli di organizzazione e convivenza sociale, la montagna è oggi diventata una gigantesca palestra sportiva internazionale, alla quale collaborano i giovani del luogo, commercianti, costruttori, insomma tutta l’economia locale. Ma tutti, dal primo all’ultimo, vivono la continua sfida con quel totem simbolico costituito dall’immensa montagna, fonte di reddito e di competizione, in grado comunque di convogliare e scaricare tutta l’aggressività conservata ormai nei gotici racconti tramandati di generazione in generazione.
Le località di montagna escluse dai principali circuiti turistici sono quasi completamente abbandonate e sono in sostanza scomparse dalla memoria persino degli abitanti vicini. Memoria che il sindaco Bangher, uno dei protagonisti, spera di conservare grazie al ritrovamento di una mummia.

Il presente di ognuno è costruito sul passato, dal quale dipendiamo ineluttabilmente. La misura del confine, titolo dalle molteplici valenze, è la storia di un eterogeneo gruppo di persone che per un caso diventano testimoni di un antico delitto che le riguarda, ma del quale faticano a cogliere lo spessore morale.
E chi di loro tratta con superficialità la scoperta si trasforma in peccatore, proprio come i protagonisti delle leggende da loro stessi raccontate. Un po’ come succede nell’Italia contemporanea, la cui soleggiata cartina è attraversata dall’aereo che porta il topografo Giovanni Bruschetta dalle pendici del suo Etna alle imponenti Alpi, al confine con la Svizzera, per prendere le misure della linea virtuale che ci divide. Dal resto del mondo.

La misura del confine |Il progetto
Nel dicembre 2008 il film di Andrea Papini intitolato “La velocità della luce”, vince il primo premio della rassegna “Cinema Domani. Esordi del Cinema italiano indipendente”. Il premio consiste in due settimane di uso della raffinata telecamera Red 4k. Su questa opportunità, insieme con la collaudatissima e affiatata troupe del film precedente, è nata l’idea di realizzare il film “La misura del confine”, ambientato interamente in un rifugio di montagna a tremila metri di quota: il Vigevano.
Questo ampio rifugio situato sul Monte Rosa è dotato di diversi saloni con affacci su panorami magnifici. Il luogo è diventato così il teatro di posa, per interni ed esterni, della realizzazione di questo film al quale ha partecipato, oltre all’affiatato cast di attori - comprendente tra gli altri Peppino Mazzotta e Paolo Bonanni, provenienti da successi come “La meglio gioventù” o “Il commissario Montalbano” – uno staff di tecnici di prim’ordine.

Tutto il progetto filmico è stato una sfida, sia per gli attori che hanno vissuto a cavallo tra settembre ed ottobre del 2009 nello stesso luogo delle riprese, sia per la produzione che ha accompagnato gli attori nel loro difficile lavoro in alta quota, sia per la regia, che ha unito irrazionalità e passioni, prima fra tutte quella per la montagna, continuamente sfidata dagli abitanti che la circondano, spesso anche a costo della vita.
Data l’eccezionale posizione del rifugio - oggi facilmente raggiungibile con le funivie che salgono sia dal versante piemontese sia da quello valdostano - gli esterni e gli interni si sono amalgamati con fluidità spettacolare, eliminando il pericolo claustrofobico di analoghi film ambientati in un’unica location. Un grazie particolare va rivolto alle comunità locali – Alagna e Varallo –, al corpo guide, all’elisoccorso e alle funivie del Monterosa ski senza i quali la realizzazione di questo film sarebbe stata impossibile.
[an error occurred while processing this directive]
[+] aggiungi informazioni e curiosità su La misura del confine oppure [+] scrivi recensione e vota La misura del confine

Vota, leggi trama e opinioni su La misura del confine di Andrea Papini - Torrent, scaricare La misura del confine di Andrea Papini, streming

Questo sito è gestito con HyperPublish e molto olio di gomito.
Questo è un sito di cinema film movies amatoriale: le informazioni provengono dai miei studi, dal contributo degli utenti e da fonti reperibili nel pubblico dominio. Non posso garantire la validità delle informazioni ma faccio del mio meglio. Posso inoltre garantirti la mia onestà quando dico che un film è bello. Aggiungi anche tu la tua opinione e fai sapere a tutti senza limiti come è il film! Ti invito ad andare al cinema, non è bello scaricare torrent guardare streaming vedere megavideo striming divx emule movies nemmeno in anteprima. I copyright dei film / movies appartengono ai rispettivi proprietari.



Qualche film interessante: Ma come fa a far tutto , Martha Marcy May Marlene, Mansfield Park, Mai senza mia figlia, La macchinazione, La macchia umana, I miei giorni piu' belli, Il miracolo, Il mare

Film in ordine alfabetico: 9.99…20 D 20 F…50 V 500 …UNA - ...A…A PR A PR…ACQU ACRI…AH S AI C…ALIL ALL …AMAZ AMAZ…AMOR AMOR…ANIJ ANIM…APPU APPU…ASPR ASSA…AVVI AWAK…L'AM L'AM…LE A LE A…UN A UN A…UN'A - A BE…BALL BALT…BE K BE L…BENV BENV…BING BIOS…BLOO BLOO…BOX BOXI…BULW BUMA…LA B LA B…THE THE …UNA - ...C…CAPT CAPT…CAVA CAVA…CHE CHE …CICO CIDA…CODI CODI…COMM COMM…COSA COSA…CUCC CUOR…IL C IL C…LA C LA C…PORC THE …UNA - ...E…DEAD DEAD…DEST DEST…DIRT DIRT…DORI DORM…DUE DUE …LA D LA D…UNA UNA …UNA - ...E…EFFE EFFE…EMPI EMPL…EVAN EVAN…L'ES L'ES…UN'E - A FA…FAUS FAUS…FINO FINO…FRA FRAG…FROZ FRUI…I FR I FR…LA F LA F…UNA - A GL…GET GET …GIOV GIOV…GOMO GOMO…GRIN GRIZ…IL G IL G…LE G LE G…UNA - A HI…HARR HARR…HESH HESH…HONE HONE…HUNG HUNG…UN H - GLI …IMMO IMMO…INCO INCR…INTE INTE…IQBA IRAQ…L'IN L'IN…UN'I - I JO…JESU JET …JOYF JU T…THE - K.36…KING KING…THE - A LE…LAND LAND…LEGE LEGI…LIBE LIBE…LONT LONT…LULU LUMI…UNA - A MA…IL M IL M…LA M LA M…MAES MAGA…MANS MANS…MATE MATE…MENO MENO…MILO MIMZ…MO'J MOLI…MO'T MOTO…MY G MY I…UN M UN M…UNA - I NO…NARU NARU…NEMM NEMM…NO ( NO -…NON NON …THE THE …UNA - GLI …OCTA OCTO…ONDE ONDE…ORO ORO …UN'O - O - …IL P IL P…LA P LA P…PANE PANE…PASS PASS…PEPP PEPP…PICC PICC…PLAT PLAY…PRAI PRAN…PROF PROF…THE THE …UNE - A QU…QUEE QUEE…THE - I RA…LA R LA R…RAIN RAIS…REMB REMB…RIDE RIDI…ROBO ROCC…THE THE …UNA - O - …IL S IL S…LA S LA S…SALE SALI…SCAR SCAR…SECO SECO…SETT SEVE…SHOR SHOR…SKOO SKY …SOLO SOLO…SPAC SPAC…STAR STAR…STRE STRE…SUR SUR …THE THE …UNO - I TE…TADP TAFA…TEMP TEN …THE THE …TI V TI V…TORO TORQ…TRE TRE …TURI TURI…TWO TWO …UNA - GLI …L'UO L'UO…UNDE UNDE…UZAK - A VE…LA V LA V…VAJO VALD…VERO VERO…VIRG VIRT…VUOT - I WA…WARC WARC…WILD WILD…WWW - X - Y - Z
Registi in ordine alfabetico: 0..9 A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
Cerca...
RecensioniFilm.com 2017 tutto il Cinema raccontato dal pubblico - Accordi - Software - Crea Ebook - Screen savers - Privacy e cookies - Contatti, suggerimenti - Film senza limiti - Streaming