Lorax - Il guardiano della foresta di Chris Renaud, Kyle Balda

Recensioni Film - Per dire la tua sul cinema! [+] Recensisci e Vota

Dati principali, scheda, locandina, manifesto cinema, info, curiosità per Lorax - Il guardiano della foresta - [Trama, giudizi e opinioni]
Altri film, opinioni, recensioni, informazioni - Altri film diretti da Chris Renaud, Altri film diretti da Kyle Balda - Correzioni/Aggiunte - Sito ufficiale italiano di Lorax - Il guardiano della foresta - Video YouTube di Chris Renaud, Kyle Balda Lorax - Il guardiano della foresta - Cerca e trova - Stampa pagina - Condividi su
Crea i tuoi ebook con EBooksWriter, i tuoi manuali e cataloghi con HyperPublish, il tuo Sito con EasyWebEditor, i tuoi CD DVD con CDFrontEnd - VisualVision.it
 
locandina Lorax - Il guardiano della foresta
 
Regista: Chris Renaud, Kyle Balda
Titolo originale: The Lorax
Durata: 94'
Genere: Animazione
Nazione: U.S.A.
Rapporto:

Anno: 2012
Uscita prevista: 1 Giugno 2012 (cinema)

Attori:
Soggetto: Dr. Seuss
Sceneggiatura: Ken Daurio, Cinco Paul

Trama, Giudizi ed Opinioni per Lorax - Il guardiano della foresta (clic qui)...In questa pagina non c'è nemmeno la trama per non fare spoiler in nessun caso.
 
Fotografia:
Montaggio: Claire Dodgson,Steven Liu,Ken Schretzmann
Musiche: John Powell

Produttore: Janet Healy,Christopher Meledandri
Produttore esecutivo: Ken Daurio,Audrey Geisel,Cinco Paul
Produzione: Illumination Entertainment, Universal Pictures
Distribuzione: Universal Pictures Italia

La recensione di Dr. Film. di Lorax - Il guardiano della foresta
Non c'è male.

LEGGI e SCRIVI opinioni e recensioni su Lorax - Il guardiano della foresta
Opinioni e recensioni su Lorax - Il guardiano della foresta, clic qui...

Colonna sonora / Soundtrack di Lorax - Il guardiano della foresta
Potrebbe essere disponibile sotto, nei dati aggiuntivi (clic qui).

Voci / Doppiatori italiani:
Danny Devito: Lorax
Alessandro Ward: Ted Wiggins
Rossa Caputo: Audrey
Marco Mengoni: Once-ler
Alessandro Budroni: Aloysius O'hare
Rita Savagnone: Nonna Norma
Alessandra Cassioli: Sig.ra Wiggins
Fabrizio Vidale: Zio Ubb
Paola Valentini: Madre Di Once-ler

Voci / Doppiatori originali:
Danny Devito: Lorax
Zac Efron: Ted Wiggins
Taylor Swift: Audrey
Ed Helms: Once-ler
Rob Riggle: Aloysius O'hare
Betty White: Nonna Norma
Jenny Slate: Sig.ra Wiggins
Stephen Tobolowsky: Zio Ubb
Nasim Pedrad: Madre Di Once-ler
Danny Cooksey: Brett E Chet

Informazioni e curiosità su Lorax - Il guardiano della foresta

Basato sul libro di Theodor “Dr. Seuss” Geisel.

Note dalla produzione:
PRIMA DELLA PRODUZIONE
Il suo libro preferito: Dr. Seuss e “Il Lorax”
“‘Il Lorax’ non dice che abbattere gli alberi è immorale. Io vivo in una casa fatta di legno e scrivo libri stampati su carta. E’un libro che dice di andarci piano con quello che abbiamo. E’ anti-inquinamento e anti-avidità.”
—Theodor “Dr. Seuss” Geisel
Uno degli autori di libri per ragazzi più venduto, Theodor “Dr. Seuss” Geisel ha creato libri amatissimi che sono stati pubblicati in 95 paesi e tradotti in 17 lingue diverse. Icona americana che ha raggiunto un successo planetario, lui è riuscito nella rarissima impresa di vendere più di mezzo miliardo di libri in tutto il mondo.

L’autore non ha cominciato la sua carriera come lo scrittore per ragazzi conosciuto come Dr. Seuss. All’inizio ha lavorato come artista pubblicitario e vignettista di satira politica. In seguito ha cominciato a scrivere libri per ragazzi e ne ha spiegato l’importanza in un saggio pubblicato nel 1960: “La lettura e il pensiero dei bambini sono la base su cui questo Paese crescerà. O non crescerà. In questo tempo di tensione e confusione, gli scrittori stanno cominciando a capire che i libri per bambini hanno un maggiore potenziale educativo di qualsiasi altra forma di letteratura sulla terra.”

Nel settembre 1970, con la speranza di guarire il blocco creativo di suo marito e di incanalare la frustrazione per lo smodato consumismo che lui vedeva nella sua nazione, Audrey Geisel suggerì di partire per l’Africa orientale. E’ stato in questo viaggio che, dopo aver osservato un branco di elefanti che marciavano attraverso le montagne africane del Serengeti, Seuss ha trovato l’ispirazione per scrivere “Il Lorax.” Seuss ha scritto il 90 percento del libro in quel pomeriggio, sull’unico pezzo di carta che aveva con sé: una lista della lavanderia.
La scrittura di Seuss è inestricabilmente legata alla sua arte grafica, e gli alberi del Serengeti sono stati l’ispirazione per gli Alberi di Truffula del suo libro che hanno ciuffi soffici come la seta. Per la prima volta nei suoi libri, in “Il Lorax” , Seuss trasforma la tavolozza di colori da quelli primari a dei malva, prugna, viola e addirittura verde salvia. Seuss ha attribuito questo cambiamento di colori a un suggerimento della moglie e, come tributo a questa sua idea, ha dedicato “Il Lorax” a Audrey e alle sue due figlie, Lark e Lea.

Alla sua pubblicazione, nell’autunno del 1971, “Il Lorax” era avanti ai suoi tempi. Quando, un decennio più tardi, è esploso il movimento ambientalista, è esplosa con esso anche la popolarità di “Il Lorax”. Lettori giovani e adulti si immedesimavano ora nella storia di un ragazzino che cerca risposte a che fine avessero fatto gli alberi.
“Il Lorax” è diventato un modello per insegnare e incoraggiare i giovanissimi a diventare protagonisti del cambiamento nelle loro vite. Inoltre, “Il Lorax” è incluso nella Lista dei 20 libri per ragazzi più importanti di tutti i tempi. Degli oltre 40 libri che ha scritto prima di morire nel 1991, Dr. Seuss ha detto che “Il Lorax” era il suo preferito.


LA PRODUZIONE
DALLA PAGINA ALLO SCHERMO: Torna Lorax
“Pianta un nuovo albero di Truffula.
Curalo con impegno.
Fai crescere un bosco.
Via le asce dal legno.
Ricorda, ha bisogno di aria e acqua pulita.
E il Lorax e tutti i suoi amici potranno tornare.
E con loro, la vita.”
—Onceler in “Il Lorax”

Il rapporto che Meledandri ha costruito con Audrey Geisel per Ortone e il mondo dei Chi ha portato alla decisione di realizzare Lorax – Il guardiano della foresta. Meledandri ce ne parla: “La genesi della decisione di fare Lorax come follow-up di Ortone e il mondo dei Chi in realtà è stata di Audrey Geisel. Avevamo parlato di voler fare un altro film insieme, e lei è venuta da me e mi ha detto: ‘Questo è quello che io voglio fare.’ Mi ha spiegato che era il libro preferito di Ted Geisel e che era dedicato a lei. Aveva un amore particolare per il libro e insieme pensava che il tema della storia fosse importante.”
Il filmmaker ha pensato molto all’impegno e alla serietà di adattare un libro che è patrimonio di tutti e che ha un messaggio così importante, e spiega: “Ho pensato al libro per lungo tempo e l’ho condiviso con i miei soci alla Illumination. Con ogni lavoro di Seuss è indispensabile trovare un modo di racconatre la storia che faccia onore all’importante opera che lui ha creato. Ci abbiamo messo circa sei mesi per decidere se saremmo riusciti a farlo.”

Lorax – Il guardiano della foresta è il quarto film che Meledandri realizza con gli sceneggiatori/produttori esecutivi Cinco Paul e Ken Daurio. I due sceneggiatori hanno lavorato con lui su Cattivissimo me e Hop della Universal, ma il loro primo progetto con Meledandri è stato Ortone e il mondo dei Chi della Fox. I due avevano quindi familiarità con il mondo di Seuss e sapevano come tradurlo per il grande schermo.
Se la responsabilità di fare onore a un artista di così grande talento è enorme, lo è anche l’opportunità di creare un mondo filmico fantasioso e pieno di colore. Meledandri dice: “Dr. Seuss aveva una tra le più ricche e fervide immaginazioni di tutti quelli che hanno vissuto e lavorato nel 20mo secolo. I suoi mondi sono giocosi, bizzarri e fantasiosi e i suoi personaggi esercitano un fascino immediato. Ha scritto queste storie deliziose, che hanno però dentro idee e tematiche che sono assolutamente senza tempo.”

Di nuovo a bordo per un’altra produzione della Illumination c’era il regista, candidato all’Oscar®, del blockbuster Cattivissimo me, Chris Renaud. Quando gli si chiede dell’influenza che il Dr. Seuss ha esercitato nella sua vita, Renaud risponde: “E’ parte della mia vita da quando sono bambino, e ho trasmesso le sue storie, in particolare ‘Il Lorax’, ai miei figli. Lui ci insegna ad essere consapevoli dell’esistenza di un mondo che è più grande di noi, e che ogni persona può fare la differenza. Questa è una cosa che non ti abbandona mai. Se impariamo questa lezione da bambini, ce la portiamo dietro per tutta la vita.”
“Il Lorax” è un’opera amata e consolidata ed è un termine di paragone per molti giovani lettori. Per realizzare un film che porti il pubblico dentro e avanti nella storia, la squadra aveva bisogno di arricchire i personaggi del libro e creare un mondo complementare. Il loro proposito non era quello di riscrivere la storia, ma di riempirla con quello che era successo prima dell’inizio del libro e dopo la sua fine.

Riempire questi spazi non era lavoro da poco. Il regista riflette: “Vuoi rimanere fedele alla storia originale e renderle omaggio, ma devi anche ampliarla e farla diventare qualcosa che funziona in un film di 90 minuti, qualcosa di molto diverso da un libro per ragazzi. Devi decidere non solo come prendere queste immagini icona e questi mondi e trasformarli in un film, ma anche come ampliare il mondo del libro.” Fortunatamente, Seuss gli aveva dato il punto di partenza ideale. “Onceler che getta il seme di un albero di Truffula a Ted sembrava il momento perfetto per ampliare la storia e immaginare come sarebbe stata quella parte di mondo… oltre a raccontare la storia, che nel libro c’è, di Lorax e Onceler nel passato.”
Dato che “Il Lorax” è così amato, l’attenzione ai dettagli era fondamentale in questo adattamento. Renaud dice: “Sappiamo che aspetto ha Lorax. Dovevamo adattarlo e renderlo un personaggio tridimensionale, ma avevamo la struttura di base e siamo partiti da questa.” Per essere più accurato, il regista ha preso il mondo immaginato da Daurio e Paul di Thneedville e ha trovato l’ispirazione visiva nei più piccoli dettagli della città che ci sono nel libro. Il regista dice: “C’è un piccolissimo disegno della città di Ted all’angolo della prima pagina del libro. Abbiamo usato questo come ispirazione per Thneedville.”


DALLA VALLE DI TRUFFULA A THNEEDVILLE: Chi è Chi nel mondo di Seuss?
“Era bassotto. Anzianotto.
Brunetto. E muschiosetto.
E parlava con voce
prepotente e pungente.”
—Onceler in “Il Lorax”

Da arachidi giganti e pelose e imprenditori ambiziosi a un ragazzino di 12 anni idealista e romantico e alla ragazza dei suoi sogni, il mondo della Valle di Truffula e di Thneedville è popolato da persone e creature di ogni sorta. Qui sotto trovate una guida di chi è chi e cosa è cosa:
• Lorax (Danny DeVito) è il guardiano della foresta e parla per gli alberi, che non hanno voce. E’ irritante, basso e autoritario (dentro una creatura tenera e pelosa). Il lavoro di Lorax come guardiano è messo alla prova quando Onceler abbatte un Albero di Truffula per espandere il suo ambizioso piano imprenditoriale. Lorax cerca di mandare via Onceler dalla Valle di Truffula e lo mette in guardia: se lui disturba la natura, la natura si ritirerà.
• La prima volta vediamo Onceler (Ed Helms) come un eremita vecchio e amareggiato che vive in una stamberga (la Lerkim) vecchia e traballante fuori da Thneedville. Lui è l’unico che può raccontare a Ted di Lorax, degli alberi veri e di cosa è successo. Poi c’è un flashback di Onceler da giovane che prende il suo asino, Melvin, e si trasferisce nella Valle di Truffula con la speranza di fare fortuna. Dopo un inaspettato confronto con Lorax, Onceler promette di non abbattere più alberi. Ma quando la brama di avidità e successo ha la meglio su di lui, rompe la promessa e alla fine abbatte ogni singolo albero. Il vecchio Onceler spiega a Ted che una volta c’erano alberi veri ovunque, prima che lui li distruggesse tutti per fare il Thneeds (un prodotto rivoluzionario dai mille usi).
• Ted Wiggins (Zac Efron) è un ragazzino entusiasta e appassionato che cerca un albero vivo che gli permetterà di conquistare l’affetto della ragazza dei suoi sogni, Audrey. Per trovarne uno, deve scoprire la storia di Lorax, la scontrosa ma affascinante creatura che lotta per proteggere il suo mondo. Ted si rende conto che fare contenta Audrey e il destino di Thneedville dipendono entrambi dal buon esito della sua ricerca di un albero.
• Audrey (Taylor Swift) è la vicina di Ted che sogna di vedere un albero vero. E’ uno spirito libero che ha una passione profonda per il mondo che la circonda e dipinge un bellissimo murales della foresta di Truffula che non ha mai visto. Lei sta al gioco quando Ted “per caso” perde giocattoli nel suo cortile e il fatto che lui sia evidentemente cotto di lei la diverte.
• Aloysius O’Hare (Rob Riggle) è esagerato, ma è un Cattivo comico alto una spanna. O’Hare è diventato ricco vendendo aria fresca agli abitanti di Thneedville. Le sue fabbriche inquinano l’aria, e questo contribuisce al successo dei suoi affari. O’Hare gestisce il suo impero da un dirigibile gigante che vola sopra Thneedville, ed è sempre scortato da due enormi ceffi, Mooney e McGurk. Lui ha tutto da perdere se gli alberi ritornano nella città e l’aria fresca torna a essere gratis.
• Malgrado i suoi anni, Nonna Norma (Betty White) è piena di vita ed energia. Si ricorda di quando il mondo era pieno di alberi ed è determinata ad aiutare suo nipote, Ted, nel suo progetto di riportare l’equilibrio a Thneedville. E’ Nonna Norma a consigliare a Ted di andare a cercare Onceler, perché solo lui può raccontargli la storia di Lorax e degli alberi.
• La mamma di Ted (Jenny Slate) è una cittadina media di Thneedville che ha abbracciato pienamente i vantaggi del suo mondo divertente ma artificiale. E’ sconcertata dal comportamento eccentrico di sua madre, Nonna Norma, e di suo figlio Ted e li tiene d’occhio entrambi. Ma quando la famiglia è in pericolo, fa di tutto per proteggerli.
• Adorabili creature simili agli orsi che vivono ruzzolando tra gli Alberi di Truffula, giocando e mangiando frutti dolci, i Barbalotti sono senza dubbio le creature più tenere della Valle di Truffula. Lou è il più grande, e Quisquilia è il goffo cucciolo del clan. Quisquilia ama due cose: i marshmallows e sbavare mentre dorme.
• Volano in branco nel paradiso della Valle di Truffula, i Citrigni possono essere riconosciuti dai loro colli eleganti e dai petti nobili. Fanno il nido ovunque: sulla cima degli impianti delle case fino a dentro una scodella sul tuo tavolo. Lo strabico Bill è il più giovane del gruppo, ed è tanto buffo quanto tenero.
• Si sente il suono particolare dei Pescetti da miglia di distanza. Finn e Gil , in particolare, amano tanto i pancake di bacche di Truffula e trasformare i bicchieri di Onceler in Jacuzzi.
Ma prova a sporcare il loro stagno con sostanze appiccicose e oleose e dovrai vedertela con un Lorax furioso.


LEGGENDE DELLA COMMEDIA E GIOVANI SUPERSTAR: La scelta dei doppiatori originali per il film
“A meno che uno come te non ci tenga molto,
niente andrà meglio
o sarà risolto.”
—Onceler in “Il Lorax”

Per scegliere gli attori che avrebbero dato la loro voce ai personaggi di ‘Il Lorax’ del Dr. Seuss, i realizzatori del film hanno cercato persone che non fossero solo gli attori ideali per il film, ma che fossero anche perfette per impersonare i personaggi iconici del Dr. Seuss.
La produttrice Healy svela che molte delle scelte degli animatori sono influenzate dalle voci degli attori. “Gli animatori studiano gli attori mentre interpretano le loro battute, prendono le sfumature delle loro espressioni e le mettono nel film” dice. “E’ così che nascono i personaggi. Gli animatori lavorano molto per osservare gli attori, vedere cosa c’è in loro di peculiare e cosa mettono di caratteristico nella loro interpretazione e prendono tutto in prestito.”

Per interpretare il burbero ma divertente Lorax, i realizzatori hanno scelto il leggendario attore comico Danny DeVito, che al momento intrattiene ogni settimana il pubblico televisivo con il suo ritratto di Frank Reynolds in It’s Always Sunny in Philadelphia. Per i realizzatori del film, la voce di DeVito rappresentava perfettamente la natura pungente e autoritaria di Lorax, ma anche la sua simpatia. Meledandri si complimenta: “La sfida nella scelta per questo ruolo era trovare un attore che avesse la capacità di essere insieme irritante e amabile, che sapesse dare a questo personaggio burbero, ma anche incredibilmente simpatico, una vera vena comica. Danny, con il suo immenso talento, era perfetto.”
Renaud concorda: “Non c’è stata una seconda scelta. A quel tempo avevamo un disegno di Lorax a cui abbiamo accostato la voce di Danny. Era semplicemente perfetta. Non c’era altra possibilità. Era l’attore perfetto per noi e ha funzionato meravigliosamente.”

L’attore cinematografico e televisivo, che è noto sia per la fondamentale serie TV Taxi che per i suoi ruoli in blockbuster come All'inseguimento della pietra verde, Voglia di tenerezza, Per favore, ammazzatemi mia moglie e Big Fish – Le storie di una vita incredibile, non è nuovo all’esperienza di dare voce a personaggi animati. Il suo lavoro ‘vocale’ come satiro/addestratore Filottete nel film d’animazione della Disney di grande successo Hercules è stato memorabile.
DeVito, che ha tre figli, è un fan dei libri del Dr. Seuss da una vita ed è anche sostenitore della causa ambientalista. Vedere il disegno di Lorax lo ha reso ancora più desideroso di fare questo film.
L’attore dice: “E’ bellissimo fare la voce di un personaggio che ami. Tutti i libri del Dr. Seuss sono divertenti, e alcuni sono anche un po’ politici. Io sono un verde e voglio che tutti si prendano cura delle foreste. Chris mi ha portato il disegno di Lorax e io mi sono ricordato di quanto questo personaggio fosse fantastico. Ho amato il modo in cui il libro è stato scritto, l’energia che sprigiona e ho preso al volo l’opportunità di lavorare nel film.”

DeVito pensa anche che Lorax sia un simbolo di qualcosa che c’è dentro tutti noi. “Lui è una specie unica, ma c’è un Lorax in tutti noi. Lui è l’anima dentro di noi, quella che ci dice di non buttare i rifiuti per terra, di metterli nel cestino del riciclo. E’ il tipo che dice ‘La sai una cosa? Ho mangiato abbastanza zucchero per oggi. Mangerò una mela.’”
Per il ruolo dell’enigmatico Onceler è stato scelto l’attore comico Ed Helms, noto al pubblico per i suoi ruoli nei due film Una notte da leoni e in The Office della NBC. A differenza di tutti gli altri personaggi del racconto, Onceler ha uno sviluppo che, nella storia, copre parecchio tempo e che fa rifletteere. Helms ha avuto il compito di dare voce a Onceler come vecchio eremita del libro, e a Onceler il giovane che si trasferisce nella Valle di Truffula con la speranza di fare fortuna.

Dei talenti di questo attore, Renaud dice: “Ed era eccitato di interpretare questo personaggio iconico, che nel libro non si vede mai, e di avere la possibilità di ampliarlo, dargli corpo e renderlo completo. La capacità di Ed di essere sarcastico e mordace, ma anche vulnerabile e innocente, era quello di cui avevamo bisogno perché questo personaggio funzionasse.”
“Interpretare le due età di Onceler - vecchia e giovane - in maniera convincente era un enorme impegno perché le voci devono suonare diverse ma anche mantenere integrità e coerenza” spiega Meledandri. “Ed Helms porta al ruolo di Onceler la sua arguzia e la sua ironia. Ha i ritmi e i tempi comici giusti e, in fondo, è uno scrittore, qualità meravigliosa da avere in una voce protagonista di un film d’animazione perché la costruzione di un personaggio richiede, di frequente, improvvisazione e inventiva da parte dell’attore.”

L’attore non vedeva l’ora di interpretare questa parte. Helm racconta del suo interesse: “‘Il Lorax’ era uno dei miei libri preferiti in assoluto. Mia madre amava il Dr. Seuss e ha cominciato molto presto a leggere i suoi libri a me, mio fratello e mia sorella. Io sentivo un forte legame con il mondo fantastico del Dr. Seuss; mi faceva ridere e pensare. Interpretare Onceler è stata una grande emozione perché mi ha permesso di entrare veramente in quel mondo.” Quando Helms ha saputo dell’adattamento cinematografico di “Il Lorax”, ha cercato i realizzatori del film e chiesto loro di partecipare. L’attore spiega: “Avevo sentito che stavano facendo Lorax – Il guardiano della foresta, e ho chiesto un incontro con Chris Meledandri. Mi sono seduto e gli ho detto che avrei amato fare parte del film, anche se in un ruolo piccolo, solo perché questa storia per me è speciale e mi sento visceralmente legato a essa.”

Helms parla del suo personaggio: “Come molti di noi, Onceler vuole lasciare un segno nel mondo. Lui è motivato e intelligente, vuole fare grandi cose e avere successo. Ma ne viene sopraffatto. Penso che Onceler sia intrinsecamente buono e che venga risucchiato da questa reazione a catena di profitto e successo che lo porta su una brutta strada. Fortunatamente si accorge dell’errore, ma forse è troppo tardi!”
Helm ha trovato più facile interpretare vocalmente il giovane Onceler che creare la versione del personaggio da vecchio. “Il giovane Onceler suona molto simile a me e al modo in cui parlo normalmente,” dice l’attore. “Il vecchio Onceler suona molto diverso ed è molto più vecchio di me, per questo è stato più difficile ritrovare la sua voce ogni volta che tornavo per una sessione di registrazione. Ho pensato che se urlavo e tossivo molto, poi ero in grado di fare quella voce vecchia e
rauca più facilmente. Il personaggio ha la stessa testa e gli stessi pensieri ma, verso la fine della storia, è molto più stanco e amareggiato.”

Healy riconosce che il lavoro di Helms ha contribuito a fare di Onceler uno dei suoi personaggi preferiti della storia, e dice: “Amo il personaggio di Onceler, e l’ho sempre amato, da quando lo abbiamo sentito la prima volta con la voce di Ed e abbiamo definito il suo aspetto. Gli abbiamo messo un cappello sbarazzino e una canottiera, e abbiamo reso Onceler un personaggio molto interessante.”
Il ruolo dell’appassionato e curioso ragazzino di 12 anni, Ted, è andato a Zac Efron, noto al pubblico per la serie High School Musical e per il musical di grande successo Hairspray – Grasso è bello. Anche se il personaggio è molto più giovane dell’attore, i realizzatori del film sapevano che il fascino di Efron e il suo spirito giovane sarebbero stati giusti per il personaggio. Era più importante scegliere un attore che facesse vivere il personaggio in un modo appassionato e unico che restare fedeli alla vera età di Ted. Meledandri dice: “Zac è un attore di grande talento e ha un fascino fanciullesco che lo rende irresistibile e che ha trasmesso nella sua interpretazione vocale.”

Efron ha un ricordo vivido dei suoi genitori che, quando era bambino, gli leggevano “Il Lorax” e dice che è stato il libro a “piantare il seme dell’ambientalista” in lui. Riflettendo sul suo personaggio, dice: “Ted è un normale ragazzino che sta crescendo e che ha fame di avventura. E’ cotto di questa ragazza, ha una nonna pazza e una mamma troppo severa, e vuole la sua libertà. Vive in un mondo in cui non c’è natura – niente alberi né piante. Tutto esiste grazie alla tecnologia, per questo è divertente vederlo vivere una vita familiare simile a quella che viviamo noi oggi.”
Dare voce a un personaggio animato era un’esperienza nuova per Efron. L’attore nota che, anche se registrare da soli in una stanzetta a volte era un po’ strano, l’esperienza gli è piaciuta molto.
“Ho ripensato alla mia infanzia e mi sono messo nelle situazioni bizarre ed esilaranti in cui si trova questo ragazzino. Le variazioni tra una cosa che è divertente e una cosa che non funziona tanto sono veramente sottili, ma fanno la differenza. E’ divertente lasciarsi andare davvero, anche se credo che tutto doveva sembrare molto ridicolo quando ero nella saletta di registrazione.”

La superstar mondiale e cantante pluripremiata Taylor Swift è stata scelta per interpretare la ragazza dei sogni di Ted, Audrey, una liceale ambientalista e attivista in erba che desidera vedere un albero vero. Meledandri dice: “Stiamo cominciando a vedere la straordinaria gamma dei talenti di Taylor Swift. Audrey era un personaggio nuovo che noi abbiamo inserito nella storia, per questo era fondamentale trovare qualcuno che la rendesse convincente e irresistibile. La passionalità e l’espressività intrinseche di Taylor hanno reso Audrey uno dei personaggi più affascinanti del film.”
L’entusiasmo di Swift di lavorare al film è cresciuto quando i filmmaker le hanno mostrato un disegno del personaggio al quale avrebbe dato voce. “Ho amato il personaggio dalla prima volta che ho visto dei disegni e dei rendering di Audrey,” spiega l’artista. “Ho pensato che avesse un aspetto eccentrico e diverso. C’era qualcosa di veramente speciale nel modo in cui l’hanno fatta comparire dal nulla nelle loro menti e io volevo entrare a farne parte.

“Audrey è una sognatrice che ha dei sogni impossibili” continua Swift. “Sono sempre stata attratta dalle persone con sogni impossibili. Lei disegna un murales con questi Alberi di Truffula dimenticati da tutti gli altri da tempo. Sogna il giorno in cui le cose non saranno più così fredde e di cemento. Audrey è una normale liceale, ma ha delle caratteristiche straordinarie. E’ avventurosa e sa cogliere le occasioni.”
Il piccolo ma potente e cattivo re finanziario di Thneedville, Aloysius O’Hare, è interpretato nella versione originale dall’attore comico Rob Riggle. Questo personaggio, che è stato creato per il film, rappresenta l’avidità personificata e il controllo di tutte le informazioni da e verso Thneedville. Riggle descrive il suo personaggio falso ma industrioso: “O’Hare è a volte saggio a volte immorale e disonesto. E’ un idustriale che cerca di creare una Thneedville che forse gli altri non vogliono. E’ il complesso di Napoleone che gli da’ la sua collera e la sua ira.”

Della sua nemesi nel film, Efron dice: “Ted riceve da lui una strana vibrazione, dall’inizio. O’Hare sembra essere altro tre piedi e ha uno strano taglio di capelli a scodella. Se ne va in giro con due enormi guardie del corpo [Mooney e McGurk] e manipola tutti. Non vuole che gli alberi ritornino perché comincerebbero a produrre la cosa che lo ha reso ricco: l’aria.”
Renaud ha pensato che Rob Riggle fosse perfetto per la parte di O’Hare: “Il personaggio che Rob interpreta è molto volgare e esagerato, e lui ama esagerare. Ha questa voce tonante ed è stato capace di catturare la parte viscida e falsa ma anche la parte irritante, spietata e aggressiva di O’Hare, restando comunque divertente. Rob è capace di bilanciare tutto questo.”

Riggle scherza dicendo che, in realtà, è stato scelto solo per la convincente invettiva che ha fatto quando si è seduto insieme ai realizzatori. “Sono partito con una tirata contro gli alberi e l’odio che provo per loro. Mentre leggevo le battute per i filmmaker, mi sono accorto che eravamo spiriti simili e che dovevo interpretare la parte.” Riggle dice sarcasticamente che per prepararsi a interpretare O’Hare: “Ho trascorso parecchi giorni nel parco giochi urlando contro i bambini. Se non mi piaceva il modo in cui correvano, o erano troppo lenti sulla parete d’arrampicata, urlavo loro contro.”
Mentre Riggle registrava la sua voce, ha interagito con Renaud, anche se il regista si trovava dall’altra parte dell’Atlantico, in Francia. Durante queste sessioni, il regista comunicava via Skype dallo studio di animazione di Parigi. Riggle dice: “Chris Renaud è stato molto bravo a trasmetterci il senso di dove eravamo nella storia, di cosa stava succedendo e cosa dovevi provare. Mi piaceva il fatto che il regista fosse a Parigi e io a Los Angeles e che, nonostante ciò, stavamo facendo magie. Viviamo in un tempo fantastico!”

La pluripremiata attrice Betty White, che sarà amata per sempre come Rose Nylund del telefilm Cuori senza età, è stata scelta per il ruolo dell’impertinente e energica Nonna Norma, che dice a Ted di andare a trovare Onceler e gli spiega come arrivarci. Lei è fondamentale perché il seme di Truffula venga trovato e tenuto al sicuro.
Sebbene il suo personaggio nel libro non ci sia, Nonna Norma è uno dei personaggi favoriti del film di Audrey Geisel. “L’aspetto di Nonna Norma non somiglia proprio a Betty White, ma con la sua inconfondibile voce, la personalità di questa attrice arriva esplosiva” spiega Meledandri. “Lei è un personaggio che gli altri hanno liquidato perché troppo vecchia, ma suo nipote capisce che la sua saggezza potrà essergli molto utile. Nonna Norma ci sorprende tutti e diventa un’incredibile alleata di Ted nel raggiungimento dei suoi obiettivi.”

Non estranea a lavorare nell’animazione, White si è divertita a dare voce al suo personaggio. “Nella saletta di registrazione, ti senti e ti rendi un po’ ridicola, ma è molto divertente e interessante” dice l’attrice. “Lavori da sola ed è fantastico non doversi mettere il trucco addosso o farsi fare i capelli e cose così. E’ come se parlassi a te stessa, in realtà. La parte più difficile non sono le battute, ma gli effetti sonori tipo quando deve sembrare che stai cadendo da una motocicletta o che stai correndo contro un muro. Ma questo è lo show business.”
Poco prima del climax del film, nel terzo atto, un’agile ed esuberante Nonna Norma fa squadra con Ted per combattere contro O’Hare e i suoi gorilla in un lungo inseguimento. “Non avrei mai pensato di diventare un eroe d’azione” ride White. “Potrebbe sembrare che io non sia un eroe action, ma Nonna Norma per aiutare suo nipote fa tutte le cose possibili e immaginabili e corre per tutto il film.”


DeVito diventa il primo attore di un film d’animazione a dare voce al suo personaggio in varie lingue
“Sono il Lorax. E per gli alberi parlo.
Io parlo per gli alberi, perché voce non hanno.
Le chiedo, signore…” e aveva l’affanno.
—Lorax in “Il Lorax”

E’ sempre una sfida scegliere gli attori che interpreteranno il protagonista di un film d’animazione nelle varie parti del mondo in modo da preservare l’integrità sia del personaggio animato che dell’interpretazione dell’attore originale. L’incredibile personalità che DeVito ha dato a Lorax nella versione inglese era così irresistibile che i realizzatori si sono domandati se lui non fosse in grado di trasmettere la stessa genialità anche in altre lingue.

A DeVito è stato chiesto ciò che sembra impossibile: dare voce al suo personaggio in quattro lingue diverse. Malgrado il fatto che non parli fluentemente nessuna lingua a parte l’inglese, DeVito coglie sempre una sfida. Ha accettato di dare voce al personaggio in spagnolo, italiano, russo e tedesco. Contro ogni probabilità ha azzeccato non solo i dialetti locali ma anche i tempi comici in queste lingue.
Renaud commenta: “Danny ha accettato una sfida incredibile e si è impegnato per raggiungere la perfezione. Ha lavorato con un regista nei vari Paesi e con dei linguisti. Parlare una lingua è tutta una questione di sfumature e suoni. Non è facile riuscirci, specialmente in così tante lingue. Ho detto che nessuno a parte Danny DeVito poteva essere Lorax, e questo ora è vero in quasi tutto il globo.”


CELEBRAZIONE E ISPIRAZIONE: Lo stile visivo di Lorax – Il guardiano della foresta
“Ma quegli alberi! Quegli alberi! Quei Truffula!
Per tutta la vita li avevo cercati
quei ciuffi setosi
di seta straliscia
e più profumati
del latte di biscia.”
—Onceler in “Il Lorax”

Grazie allo stretto rapporto che Meledandri, Paul e Daurio avevano costruito con l’opera di Seuss nel corso della produzione di Ortone e il mondo dei Chi, i filmmaker ne comprendevano appieno le sfumature. Per i nuovi personaggi e le nuove scene che popolano Lorax – Il guardiano della foresta, la squadra e Renaud hanno insistito su un punto: seguire lo spirito del libro. La trama, i personaggi e gli ambienti aggiuntivi dovevano essere tutti ‘seussiani’ e coerenti con il mondo immaginato da Geisel.
Oltre a restare fedeli ai disegni del libro, c’erano degli elementi, sottili ma importanti, che Geisel aveva utilizzato per la prima volta in “Il Lorax”. Si è allontanato dalla sua tavolozza di colori tradizionale e ha utilizzato i colori per dare enfasi alla mancanza di equilibrio di un mondo senza alberi. Meledandri riflette: “Dando vita alla nuova storia, diamo vita a nuovi disegni, nuove immagini.

I nostri disegnatori conoscevano bene lo stile di Ted, per questo c’è continuità assoluta. In questo libro, per esempio, Ted stava facendo delle cose interessanti con i colori. Si stava allontanando dalla tavolozza piuttosto semplice dei suoi libri precedenti e stava utilizzando colori nuovi che erano una sorpresa anche per i suoi editor. Infatti, era Audrey a dargli degli spunti sulla palette di colori, e questo è evidente quando si guarda la sua raffigurazione del cielo. Ci sono viola scuri e nuove variazioni di blu che lui combina per creare un cielo veramente inquietante.”
Lo scenografo Yarrow Cheney, che ha creato l’intricato universo di Cattivissimo me, è tornato per Lorax – Il guardiano della foresta e ci descrive le sue scelte per la palette di colori di questo film: “Il nostro piano d’attacco è stato familiarizzare con il libro e i suoi colori, le sue forme e i suoi personaggi e cercare di comprendere cosa c’è di speciale in questo mondo che Seuss ha creato.”


Thneedville
Usando il libro come fonte, la squadra voleva portare sul grande schermo la storia come un mondo vivace e colorato, ma anche come un mondo in cui si vedono i toni e gli effetti deleteri delle azioni di Onceler. Mentre il libro esplora lo splendido universo dai colori primari del passato del giovane Onceler e lo spazio decrepito e inquinato che Onceler crea dopo aver abbattutto tutti gli Alberi di Truffula, il film sviluppa e amplifica Thneedville, creando un divertente mondo moderno.
Thneedville non è in alcun modo un brutto luogo dove vivere per Ted, sua madre, Audrey, Nonna Norma e il resto dei suoi abitanti. Renaud dice: “Abbiamo avuto l’idea di rendere Thneedville un po’ più simile alle nostre città. E’ come Vegas o Disneyland o Abu Dhabi. Ci vediamo un po’ in Thneedville e, in qualche maniera, è divertente. Ci sono cespugli gonfiabili e fiori e alberi meccanici; è un luogo senza la vera natura. Tutti sembrano essere felici e avere quello che vogliono: da automobili giganti a robot e altri congegni meccanici. Ma poi tutto diventa una questione di sostenibilità. Anche se tutte queste cose sono fantastiche e divertenti, sono in equilibrio con il pianeta? E come si mantiene questo equilibrio?”

Velocemente accennata nelle prime pagine del libro, nel film Thneedvile è invece un ambiente importante. Il regista dice: “Il mondo di Thneedville è stato uno delle aggiunte più grandi del film. Era pieno di spunti, ed è un posto artificiale coloratissimo e complesso. Questo ambiente era una cosa importante per supportare la storia e la trasformazione che questo mondo deve subire.”
Il viaggio di Ted comincia nel momento in cui mette piede fuori da Thneedville e scopre il misero mondo che sta dietro questa città. Durante il suo straziante viaggio verso la Lerkim, si rende conto che quello che gli ha detto Nonna Norma è tutto vero. C’è un altro mondo oltre i confini di questa città perfetta. Cheney riflette: “Quando presentiamo al pubblico la vera versione del mondo dietro al muro, tutto il colore viene tirato via. Abbiamo dei blu freddi e viola scuri… è più profondo e più scuro. Quando il pubblico scopre la Valle di Truffula, invece, trova un meraviglioso luogo verde con cieli azzurri.”


Truffula Valley
“Il Lorax” ha dato alla squadra della scenografia moltissimo materiale a cui attingere per Truffula Valley, le ha permesso di utilizzare i colori, le forme e tutti gli animali del libro, oltre agli Alberi di Truffula e alle ondulate colline verdi. La grande sfida era trasformare quello che era bidimensionale in un mondo completamente tridimensionale dove si potesse passeggiare, odorare i fiori e giocare tra i Barbalotti, i Citrigni e i Pescetti.
La produttrice Healy riflette sul processo di trasformazione dalla pagina allo schermo: “Dal punto di vista tecnico era difficile rendere caratteristica Truffula Valley, farla sembrare comunque natura e mantenere lo stile del Dr. Seuss. Fortunatamente abbiamo avuto artisti bravissimi per ogni fase – dalla squadra del concept design a quella dell’esecuzione, della modellazione e del surfacing. Ogni fase ha aggiunto qualcosa. Abbiamo lavorato con cura in ogni ripresa per assicurarci che i personaggi risaltassero in mezzo agli alberi.”

Uno degli aspetti più caratteristici della Valle di Truffula sono i meravigliosi Alberi di Truffula, usati dal giovane Onceler per fare i suoi Thneeds. Questi alberi sono stati piuttosto complessi da creare per lo scenografo, che dice: “Uno dei problemi che abbiamo dovuto risolvere è stata la forma della chioma degli Alberi di Truffula, perché è una forma rotonda, a girandola, ma si vede bene solo da un’angolazione. Se la giri da una parte, vedi solo una manciata di ciuffi e la chioma perde la sua forma.

“Per le inquadrature con gli alberi, c’erano artisti che prendevano le chiome e le giravano molto delicatamente verso la cinepresa per far sì che avessero la forma a girandola che conosciamo dal libro” continua. “C’è voluto molto lavoro per far funzionare queste chiome in uno spazio tridimensionale. Alcune delle riprese in cui Onceler arriva nella valle per la prima volta includono migliaia di questi alberi che si muovono con il vento sembrando più leggeri dell’aria. Dal punto di vista artistico e tecnico non è cosa da poco.”
La Valle di Truffula gradualmente distrutta da Onceler e la sua famiglia diventa un luogo dove per le creature è impossibile abitare. “Il libro contiene anche molte illustrazioni della versione devastata della Valle di Truffula che mostrano una landa senza alberi” aggiunge Cheney. “Il cielo non è più azzurro, è pieno di nuvole viola e blu. Questi sono stati gli spunti visivi che abbiamo usato per la versione desolata della Valle e di Thneedville. Il cielo non c’era più, gli alberi non c’erano più e con loro il colore. Abbiamo costruito un mondo intorno a questo.”


La Lerkim
Quando Ted va fuori città a cercare Onceler nella sua Lerkim, è un momento importante nel film e uno dei più iconici del libro. Il pubblico vede per la prima volta che Thneedville non è quello che sembra. Renaud spiega: “Quello che Ted vede è essenzialmente una terra desolata. La città è circondata da un muro gigantesco e nessuno esce mai da lì. Anche questa volta abbiamo pensato a Las Vegas, a città che sono in un deserto. Ted non ci può credere; non l’ha mai visto prima, e cammina tra i ceppi degli alberi abbattuti e le pozze d’acqua asciutte.”
Lo scenografo Cheney ci parla di un fatto che un pubblico attento ricorderà dal libro, e dice: “In alcune scene della fabbrica, se si guarda bene, si vedrà che la Lerkim è in realtà una parte della vecchia fabbrica. E’ tutto quello che è rimasto dai tempi in cui Onceler produceva Thneeds. E’ un esempio perfetto di come abbiamo preso uno dei disegni del Dr. Seuss dal libro e lo abbiamo reso una versione tridimensionale.”


DENTRO L'AVVENTURA: Immersione in un mondo 3D
“E sotto quegli alberi, giocavano a gruppi
nei bruni vestiti, i Barbalotti
degli alberi di Truffula mangiandosi i frutti.
Dallo stagno increspato, giungevano i canti
dei Pescetti che sguazzavano in tanti.”
—Onceler in “Il Lorax”

Per Lorax – Il guardiano della foresta, l’animazione dei personaggi e la computer graphic sono state gestite eccellentemente dalla recente acquisizione della Illumination, la Illumination Mac Guff, con base a Parigi, che ha fatto un lavoro strabiliante su Cattivissimo me. I realizzatori del film hanno avuto grande cura nell’adattare le classiche immagini piatte del libro in un modo che preservasse l’autenticità originale e insieme fosse per il pubblico un’esperienza unica e nuova.
Per gli animatori francesi e americani, il progetto non doveva avere sbavature, come la mette Healy, doveva essere “una macchina ben oliata per creare un mondo che eri sicuro di voler conservare.” La produttrice dice: “Lavoravamo da una parte all’altra dell’Oceano con fusi orari differenti, ma avevamo fisse delle persone della squadra di Cattivissimo me. Al suo massimo, c’erano circa 350 di noi a lavorare al film. Eravamo divisi in reparti diversi che comunicavano bene tra di loro e avevamo una straordinaria direzione tecnica e di produzione.”


Dalle immagini classiche al digitale
Anche se Renaud, Meledandri e Healy erano esperti nella supervisione dell’animazione 3D, prendere le creazioni del Dr. Seuss e reinterpretarle in questo mondo è stato impegnativo quanto nel loro ultimo film. Meledandri spiega: “Proprio come con Ortone, abbiamo cominciato dal libro di Ted. Con un’opera così conosciuta e amata, la vera opportunità sta nel tradurre i suoi disegni originali in un mondo tridimensionale. Non sapevamo se saremmo veramente riusciti a rendere giustizia a “Il Lorax” fino a quando non abbiamo trasformato il disegno molto semplice di Lorax in un personaggio 3D, e abbiamo visto che lo spirito del disegno di Ted viveva e respirava in quella dimensione.”
Mentre dirigeva il film, Renaud ha prestato molta attenzione allo stile visivo del Dr. Seuss. Dr. Seuss è noto per le sue linee ondulate e gli edifici traballanti, e questo non era facile da tradurre nella terza dimensione. “Trasformare le illustrazioni apparentemente semplici, a penna e inchiostro, di Seuss in oggetti e personaggi tridimensionali è stata una sfida” spiega il regista. “Le nostre influenze più forti dal libro sono cose come la forma della Lerkim. Nell’illustrazione sembra proprio che non voglia stare in piedi.”

“Siamo rimasti assolutamente fedeli all’aspetto della Lerkim quando abbiamo creato il modello tridimensionale” continua. “Alcuni personaggi, invece, hanno avuto bisogno di piccoli aggiustamenti per entrare nel mondo 3D. Nel libro, Onceler è solo occhi gialli e mani verdi, per questo noi abbiamo cambiato un po’ il nostro schema di illuminazione. Nell’animazione computerizzata spesso, funziona meglio ed è più credibile quando le cose sembrano vere. Ma molte volte devi sapere cosa fare per rendere le immagini non così vere, reali. Per esempio, Onceler ha dietro di sé una grande luce brillante ma, nello stesso tempo, si vedono i suoi occhi. Nella realtà non si vedrebbero mai quegli occhi perché la sua faccia sarebbe nera con tutta quella luce dietro.”

Da un punto di vista tecnico, creare un’avventura animata in CG è molto più impegnativo di sviluppare una versione 2D, perché gli animatori devono renderizzare ogni inquadratura due volte. Il regista spiega: “Pensiamo sempre al 3D in relazione all’esperienza del pubblico. Dalla prospettiva del computer e del rendering, è stato molto faticoso renderizzare ogni tipo di pelame, e in questo film ogni albero ha del pelame sopra. Per fare questo film in 3D, abbiamo pensato a tutto, dall’uso di obiettivi larghi a riprese dalla prospettiva del personaggio – sia che dovessimo riprendere Onceler che va verso il fiume che i Citrigni che volano tra gli alberi.”
Creare un mondo tridimensionale e vivo da immagini piatte e immobili richiede grande abilità tecniche e attenzione ai dettagli. Cheney dice: “E’ difficle prendere delle illustrazioni e creare da queste un mondo tridimensionale. Con un disegno si può dire molto, ma quando devi realizzare uno spazio tridimensionale in cui muoversi, tutto deve essere ridisegnato. Questo vale per tutto, dal temperino su una scrivania e ogni automobile e personaggio, fino a ogni singolo edificio, al cielo e alle nuvole. Ogni più piccolo dettaglio deve essere ricreato da zero… e da ogni singola angolazione.”

Non solo la progettazione, ma anche la costruzione di queste cose ha richiesto mesi di lavoro per ogni ripresa. Cheney dice: “Qulacuno deve mettere colore e luci sugli oggetti e sui personaggi. La progettazione gioca un ruolo molto importante nella creazione di film d’animazione perché niente esiste davvero. Gli abiti che i personaggi indossano, il tipo di tessuto di cui è fatta una maglietta, tutto deve essere pensato e concepito.”
La sfida tecnica più grande di questo film? I capelli e i peli. Troppi! Il supervisore alla
computer graphic BRUNO CHAUFFARD spiega: “Il mondo della Valle di Truffola è quasi tutto fatto
di peli. Tutti gli alberi hanno ciuffi, l’erba è pelame, i Barbalotti sono Pelosi, e abbiamo una scena
collettiva in cui tutti vanno nella Valle di Truffula che ha moltissimi poligoni da renderizzare. Quando ho visto il concept, ero con Chris Renaud, e ci siamo chiesti come avremmo fatto a creare questo mondo… perché il nostro software a quel tempo non era in grado di renderizzare tutti questi poligoni, peli e pellicce.”

La soluzione era da tutta da trovare e bisognava essere più ambiziosi e industriosi di sempre. Chauffard dice: “Abbiamo lavorato sodo. Tutti i reparti hanno fatto un lavoro fantastico e, alla fine, siamo stati capaci di creare un custom software per renderizzare il film.”
La seconda complessità caratteristica di questo film era il numero delle riprese di folla. Animare folle cantanti era una sfida tutta nuova per la squadra. Healy dice: “Un’altra parte piuttosto ambiziosa di Lorax – Il guardiano della foresta e diversa da Cattivissimo me è il numero delle folle. Ci sono un po’ di pezzi musicali di gruppo, quindi molte scene con 100 o 200 personaggi. Essere in grado di animare a mano tutti i personaggi e farli recitare – senza rubare la scena ai personaggi principali – è stata una delle cose più impegnative di questo film. Sono stata molto soddisfatta dei risultati.” .


Dare forma all’esperienza In-Theater
Le luci in un film d’animazione CG sono importanti quanto in un film live-action tradizionale. La squadra ha preparato ogni ripresa per guidare gli occhi del pubblico verso il personaggio che sarebbe apparso sulla scena… lo stesso procedimento che avrebbero usato per illuminare gli attori sul set. Per esempio, gli animatori hanno imparato a non mettere mai Lorax davanti a un Albero di Truffula arancione, perché questo lo avrebbe reso sbiadito e quasi invisibile.

La squadra si è sforzata di mostrare il movimento e assicurare un’immersione completa per il pubblico. Il supervisore CG Chauffard dice: “Abbiamo fatto molte ricerche perché dovevamo scoprire la “morbidezza” di questa o quella chioma. Io ho fatto dei piccoli movimenti per far apparire gli Alberi di Truffula freschi e un po’ al vento. Tutti gli alberi nel film si muovono costantemente… si percepisce. I colori, la percezione e il movimento erano molto importanti. Alcuni alberi sono concepiti anche per muoversi dinamicamente quando vengono tagliati dalle machine di Onceler e cadono.”

Healy spiega che dare al pubblico questa esperienza è stato uno sforzo coordinato: “Le pellicce e i peli, gli Alberi di Truffula, l’erba e l’ambiente sono molto impegnativi dal punto di vista digitale perché richiedono tantissimi dati. Quando si muovono, richiedono ancora più dati. Quando interagiscono è ancora più impegnativo. Per avere i personaggi con la pelliccia che interagiscono tra loro e con l’ambiente ci vuole molto talento. Ci vogliono codici speciali e tanti bravi tecnici. Non c’è stato molto tempo tra il pensiero e la realizzazione; noi abbiamo portato dentro i tecnici proprio nel momento giusto.”


L’avventura 3D
Dalla folle corsa in scooter attraverso Thneedville alla discesa delle rapide del fiume di Onceler e Quisquilia, ogni elemento della storia è stato pensato per portare il pubblico dentro al film e fargli vivere una vera avventura 3D.
Il lavoro dello stereographer JOHN R.A. BENSON è stato assicurarsi che gli elementi 3D fossero davvero emozionanti. Benson dice: “Volevamo rendere i personaggi tondi – farli apparire proprio davanti al pubblico ma non così vicini da disturbare. Al cinema vuoi guardare lo spazio davanti allo schermo e lo spazio dentro lo schermo e sentirli come un tutt’uno. Abbiamo realizzato il film in modo che si possa stare accanto a Lorax e partecipare come se lui fosse nel nostro soggiorno e sentirsi parte dell’ambiente proprio come i personaggi.

Healy spiega che con così tanti elementi per il pubblico da assorbire al cinema, la costruzione è stata considerata molto attentamente, e dice: “Quando ci sono tante cose che succedono nella scena, tutti quei diversi colori sullo sfondo o una città complessa con traffico e folla, devi essere capace di progettarli in modo che le luci, i colori e i valori separino il personaggio dallo sfondo. Noi lo abbiamo fatto con molto giudizio, ripresa dopo ripresa, per essere sicuri di fare venire fuori tutto sullo schermo.”
3D significa manipolare un’altra dimensione. La produttrice conclude: “Quando lavori in stereo significa avere un’altra dimensione da gestire. Non devi gestire solo il punto in cui gli occhi guardano lo schermo, ma anche la profondità. Siamo stati fortunati ad avere questa squadra incredibile che comprende quanto questo sia importante e che lavora bene insieme per assicurarsi di creare per il pubblico un’esperienza unica e senza sbavature.”


LET IT GROW: la musica del film
“Se ripenso a quei giorni con i prati fioriti
e lo stagno rigonfio
e quell’aria pulita
ed il canto dei Citrigni d’intorno…
Una mattina arrivai in questo posto di sogno.”
—Onceler in “Il Lorax”

Anche se i realizzatori non definirebbero Lorax – Il guardiano della foresta un musical, questa avventura animata utilizza moltissimo la musica per arricchire la narrazione. Lo stesso Ted Geisel aveva usato la musica nel suo racconto animato di Il Grinch. Meledandri spiega: “Il film irrompe sullo schermo con gli abitanti di Thneedville che cantano quanto amano le loro vite. Ci sono circa cinque o sei canzoni che si inseriscono nel racconto.”
Meledandri, Healy e Renaud si sono rivolti al versatile compositore John Powell per scrivere le musiche e le canzoni usate in Lorax – Il guardiano della foresta. Noto per le sue composizioni per film d’animazione come Dragon Trainer, Kung Fu Panda e Shrek, oltre che per film live-action come Hancock, The Bourne ultimatum - Il ritorno dello sciacallo e Mr. & Mrs. Smith, Powell e il suo lavoro musicale sono legati a questi blockbuster. Lo sceneggiatore/produttore esecutivo Cinco Paul ha scritto i testi delle sette canzoni della colonna sonora. “John Powell è un compositore con cui ho avuto l’onore di lavorare su Robots, L'era glaciale 2: il disgelo e Ortone e il mondo dei Chi,” dice Meledandri. “Ha un grande talento per scrivere le melodie, e ha composto tutte le musiche del film.”

In fine dei conti, la squadra sapeva di stare facendo una favola che doveva essere d’ispirazione per i bambini di tutte le età. Intrattenere e insieme mantenere il messaggio di fondo del libro era delicato. Dell’inserimento dei numeri musicali, Renaud dice: “Nelle canzoni si possono fare cose che danno alla storia un senso di ironia e divertimento, e questo aiuta a raccontare questa storia che è essenzialmente un racconto triste e cupo. La musica ha la capacità di dare a tutto un tono più leggero, che è importante in un film d’animazione. Cominciamo con ‘Thneedville’, che apre un mondo e finiamo con ‘Let It Grow’ che è l’inno della rinascita. Il film comincia con la celebrazione e finisce con l’ispirazione. Queste sono state le due canzoni sulle quali abbiamo costruito il resto.”

Onceler suona la chitarra e ha un numero di assoli in cui la prende e canta. Cantare è una caratteristica del suo personaggio. Fortunatamente per il film, Ed Helms è un bravo musicista. Ha registrato tutte le canzoni di Onceler, comprese “These Trees” e “Everybody Needs a Thneed” scritte da by John Powell e Cinco Paul, e “How Bad Can I Be” scritta da Powell, Paul e Kool Kojak. Renaud commenta: “Ed è arrivato e, con grande naturalezza, ha cantato tre canzoni. E’ un musicita bluegrass favoloso, e sa suonare il pianoforte. Le ha beccate tutte, una dopo l’altra.”
La logica di interrompere la narrazione con una canzone deve essere orchestrata con cura perché deve sembrare una naturale estensione della storia. Powell spiega: “Ci sono momenti in cui arriviamo quasi al kitsch per sottolineare l’idea che è una storia raccontata. All’inizio c’è un arco di proscenio e si comincia con il narratore, Lorax, che arriva sul palco. E’ a queste cose che ho fatto riferimento quando ho composto le musiche. Si tratta di sposare la musica con lo stile del racconto. La storia stessa è bizzarra e un paio di volte abbiamo sfondato la quarta parete.”

Quando gli abitanti di Thneedville celebrano l’ultimo seme di Truffula che viene piantato e cominciano a vedere la vita che emrge dalla terra per la prima volta dopo decenni, sentiamo “Let It Grow”, seguita da “Let It Grow (Celebrate the World)”, scritta da Christopher “Tricky” Stewart, Ester Dean, Cinco Paul, John Powell e Aaron Pearce, mentre scorrono i titoli di coda.
Meledandri ha portato a bordo Tricky Stewart, un produttore noto per i suoi testi inventive e fantasiosi. Stewart ha lavorato con Beyoncé, Rihanna, Justin Bieber, Christina Aguilera e Katy Perry, e ha un talento unico per scrivere inni indimenticabili. Di lavorare con Stewart, Renaud dice: “Mi ricordo di aver ascoltato ‘Single Ladies’ e pensato che fosse semplicemente incredibile. Non c’entrava niente ma, nello stesso tempo, funzionava a meraviglia. Tricky è un produttore di tutti i tipi di musica molto competente e ha gusti davvero eclettici.”

Della scrittura della canzone, Stewart dice: “Io e Ester Dean abbiamo preso la canzone ‘Let It Grow’ e l’abbiamo adattata trasformandola in quello che è ora. Abbiamo preso il suo messaggio meraviglioso e lo abbiamo reso commerciale, nel senso che ti sembra di volerlo sentire un milione di volte. Il messaggio è importante ma la canzone tocca il tasto giusto senza sembrare una predica.
“Fare canzoni per gli artisti è diverso da farle per i film, perché da produttore di musica, devo coinvolgere moltissimo il mio ego per prendere le decisioni giuste su cose che la gente non capisce della cultura pop,” Stewart continua. “La situazione è diversa quando si tratta del mondo di un film, perché a differenza dei dischi, per fare un bel film ci vogliono 15/20 grandi teste e il tuo ego deve ridimensionarsi e non puoi sposare le idee che hai. Non puoi innamorarti così tanto di una cosa da non poterla vedere cambiare, perché questa si evolve e cambia sempre.”

[an error occurred while processing this directive]
[+] aggiungi informazioni e curiosità su Lorax - Il guardiano della foresta oppure [+] scrivi recensione e vota Lorax - Il guardiano della foresta

Vota, leggi trama e opinioni su Lorax - Il guardiano della foresta di Chris Renaud, Kyle Balda - Torrent, scaricare Lorax - Il guardiano della foresta di Chris Renaud, Kyle Balda, streming

Questo sito è gestito con HyperPublish e molto olio di gomito.
Questo è un sito di cinema film movies amatoriale: le informazioni provengono dai miei studi, dal contributo degli utenti e da fonti reperibili nel pubblico dominio. Non posso garantire la validità delle informazioni ma faccio del mio meglio. Posso inoltre garantirti la mia onestà quando dico che un film è bello. Aggiungi anche tu la tua opinione e fai sapere a tutti senza limiti come è il film! Ti invito ad andare al cinema, non è bello scaricare torrent guardare streaming vedere megavideo striming divx emule movies nemmeno in anteprima. I copyright dei film / movies appartengono ai rispettivi proprietari.



Qualche film interessante: The Last Station, Love Story, Life Without Principle, Lesson of the Evil, LennoNYC, La Tandecirc te haute, Laws of attraction, Last Action Hero - L'ultimo grande eroe, Lars e una ragazza tutta sua

Film in ordine alfabetico: 9.99…20 D 20 F…50 V 500 …UNA - ...A…A PR A PR…ACQU ACRI…AH S AI C…ALIL ALL …AMAZ AMAZ…AMOR AMOR…ANIJ ANIM…APPU APPU…ASPR ASSA…AVVI AWAK…L'AM L'AM…LE A LE A…UN A UN A…UN'A - A BE…BALL BALT…BE K BE L…BENV BENV…BING BIOS…BLOO BLOO…BOX BOXI…BULW BUMA…LA B LA B…THE THE …UNA - ...C…CAPT CAPT…CAVA CAVA…CHE CHE …CICO CIDA…CODI CODI…COMM COMM…COSA COSA…CUCC CUOR…IL C IL C…LA C LA C…PORC THE …UNA - ...E…DEAD DEAD…DEST DEST…DIRT DIRT…DORI DORM…DUE DUE …LA D LA D…UNA UNA …UNA - ...E…EFFE EFFE…EMPI EMPL…EVAN EVAN…L'ES L'ES…UN'E - A FA…FAUS FAUS…FINO FINO…FRA FRAG…FROZ FRUI…I FR I FR…LA F LA F…UNA - A GL…GET GET …GIOV GIOV…GOMO GOMO…GRIN GRIZ…IL G IL G…LE G LE G…UNA - A HI…HARR HARR…HESH HESH…HONE HONE…HUNG HUNG…UN H - GLI …IMMO IMMO…INCO INCR…INTE INTE…IQBA IRAQ…L'IN L'IN…UN'I - I JO…JESU JET …JOYF JU T…THE - K.36…KING KING…THE - A LE…LAND LAND…LEGE LEGI…LIBE LIBE…LONT LONT…LULU LUMI…UNA - A MA…IL M IL M…LA M LA M…MAES MAGA…MANS MANS…MATE MATE…MENO MENO…MILO MIMZ…MO'J MOLI…MO'T MOTO…MY G MY I…UN M UN M…UNA - I NO…NARU NARU…NEMM NEMM…NO ( NO -…NON NON …THE THE …UNA - GLI …OCTA OCTO…ONDE ONDE…ORO ORO …UN'O - O - …IL P IL P…LA P LA P…PANE PANE…PASS PASS…PEPP PEPP…PICC PICC…PLAT PLAY…PRAI PRAN…PROF PROF…THE THE …UNE - A QU…QUEE QUEE…THE - I RA…LA R LA R…RAIN RAIS…REMB REMB…RIDE RIDI…ROBO ROCC…THE THE …UNA - O - …IL S IL S…LA S LA S…SALE SALI…SCAR SCAR…SECO SECO…SETT SEVE…SHOR SHOR…SKOO SKY …SOLO SOLO…SPAC SPAC…STAR STAR…STRE STRE…SUR SUR …THE THE …UNO - I TE…TADP TAFA…TEMP TEN …THE THE …TI V TI V…TORO TORQ…TRE TRE …TURI TURI…TWO TWO …UNA - GLI …L'UO L'UO…UNDE UNDE…UZAK - A VE…LA V LA V…VAJO VALD…VERO VERO…VIRG VIRT…VUOT - I WA…WARC WARC…WILD WILD…WWW - X - Y - Z
Registi in ordine alfabetico: 0..9 A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
Cerca...
RecensioniFilm.com 2017 tutto il Cinema raccontato dal pubblico - Accordi - Software - Crea Ebook - Screen savers - Privacy e cookies - Contatti, suggerimenti - Film senza limiti - Streaming