Una canzone per te di Herbert Simone Paragnani

Recensioni Film - Per dire la tua sul cinema! [+] Recensisci e Vota

Dati principali, scheda, locandina, manifesto cinema, info, curiosità per Una canzone per te - [Trama, giudizi e opinioni]
Altri film, opinioni, recensioni, informazioni - Altri film diretti da Herbert Simone Paragnani - Correzioni/Aggiunte - Sito ufficiale di Una canzone per te / Una canzone per te - Sito ufficiale italiano di Una canzone per te - Video YouTube di Herbert Simone Paragnani Una canzone per te - Cerca e trova - Stampa pagina - Condividi su
Crea i tuoi ebook con EBooksWriter, i tuoi manuali e cataloghi con HyperPublish, il tuo Sito con EasyWebEditor, i tuoi CD DVD con CDFrontEnd - VisualVision.it
 
locandina Una canzone per te
 
Regista: Herbert Simone Paragnani
Titolo originale: Una canzone per te
Durata: 102'
Genere: Commedia
Nazione: Italia
Lingua originale: italiano
Rapporto:

Anno: 2010
Uscita prevista: 28 Maggio 2010 (cinema)

Attori: Michela Quattrociocche, Martina Pinto, Emanuele Bosi, Agnese Claisse, Alessandra Roca, Claudio Falconi, Marco Battelli, Gabriele Galli
Sceneggiatura: Valerio Cilio, Herbert Simone Paragnani

Trama, Giudizi ed Opinioni per Una canzone per te (clic qui)...In questa pagina non c'è nemmeno la trama per non fare spoiler in nessun caso.
 
Fotografia: Marcello Montarsi
Montaggio: Luciana Pandolfelli
Musiche: Cristiano Grillo, Andrea Lai, Lapplauso del cielo dei Lost
Tema musicale: L'applauso del cielo dei Lost
Scenografia: Maurizio Leonardi
Costumi: Francesca Leondeff

Produttore: Marco Chimenz, Giovanni Stabilini, Riccardo Tozzi, Antonella Iovino, Francesca Longardi
Produzione: Cattleya
Distribuzione: UIP/Cattleya

La recensione di Dr. Film. di Una canzone per te
Nessun commento di Dr.Film per ora...

LEGGI e SCRIVI opinioni e recensioni su Una canzone per te
Opinioni e recensioni su Una canzone per te, clic qui...

Colonna sonora / Soundtrack di Una canzone per te
La colonna sonora del film è edita da Sony Music.
Partecipano: Lost, Sonhora, L'Aura, Broken Heart College, Zero Assoluto.

Canzoni Originali
1. LOST L’applauso del cielo 3:57
2. BROKEN HEART COLLEGE Thank You 2:55
3. ZERO ASSOLUTO Vieni piu' vicino 3:28
4. L'AURA Invisibile 3:43
5. LISA TADDEI (AGNESE CLAISSE) Sai cosa c’è 2:45 BRANO INEDITO COMPOSTO DA L’AURA
6. DAVIDE LOSI & I NAIS NOIS (EMANUELE BOSI) Nuovo amore 3:43 BRANO INEDITO COMPOSTO DAI SONOHRA
7. CRISTIANO GRILLO & ANDREA LAI Love Theme from ‘Una canzone per te‘ 3:29

Canzoni di Repertorio
1. NAIS NOIS What I Like About You 3:09 (originariamente incisa da The Romantics")
2. RAMONES Rock ‘n’ Roll High School 2:43
3. THE STRANGLERS No More Heroes 3:29
4. EDDIE & THE HOT RODS Do Anything You Wanna Do 4:02
5. PREMIATA FORNERIA MARCONI Impressioni di settembre 5:40
6. CAT STEVENS Sad Lisa 3:40
7. HARRY CHAPIN Cat’s in the Cradle 3:32

Personaggi:
Emanuele Bosi: Davide
Michela Quattrociocche: Silvia
Agnese Claisse: Lisa
Guglielmo Scilla: Gino
Martina Pinto: Veronica
Carolina Benvenga: Irene
Andrea Montovoli: Jerry
Alessandra Roca: Mirella
Gabriele Galli: Seba
Marco Battelli: Lillo
Carolina Di Domenico: Caterina
Claudio Falconi: Sergio
Sergio Albelli: Luigi
Marco Cassini: Alberto

Informazioni e curiosità su Una canzone per te

La storia del film è liberamente ispirata al film Due volte ieri di Maria Ripoll (1998).

Nel film ha ottenuto una parte Guglielmo Scilla che è conosciuto come Willwoosh, uno dei più famosi comici di Youtube stando alla classifica. Scilla fa un cameo anche nel videoclip ufficiale de L'applauso del cielo.

Note dalla produzione:
NOTE DEL REGISTA
Un giovane componente del cast, non è importante specificare esattamente chi, in fase di avanzata preparazione mi ha detto stupito: “Sai, pensavo che il tuo film fosse ambientato negli Stati Uniti. La storia mi sembrava naturale ambientarla lì !”
Non credo ci siano molti film in cui sia possibile immaginarsi un'ambientazione americana e malgrado Davide e i suoi amici siano tutti alle prese con un italianissimo esame di maturità e con i sogni di sfondare nel mondo della musica, presi quel misunderstanding per un complimento.
Una Canzone per Te sfugge fin dal primo soggetto ad una facile definizione.
E' sicuramente una commedia sentimentale, certamente i protagonisti assoluti sono adolescenti, e le fonti d'ispirazione sono stati i “college movie” americani, soprattutto quelli di John Huges (a cui Una Canzone per Te è idealmente dedicato, essendo il regista e sceneggiatore americano morto proprio durante le riprese). E così anche certe commedie rosa ambientate a Roma nel periodo d'oro del nostro cinema, omaggiate con la scelta e spero la riscoperta di alcuni luoghi romantici della Capitale, (l'Orologio ad Acqua del Pincio su tutti), senza dimenticare “what if” movie, come Ricomincio da capo e Sliding doors.
Una Canzone per Te deve molto anche alle atmosfere degli shojo-manga, visto che il triangolo amoroso in ambiente scolastico/musicale risente di certe atmosfere dei fumetti giapponesi dedicati alle ragazze e di cui non mi vergogno a professarmi fan.
Volevo una fotografia calda, coinvolgente, allegra,colorata, con la spensieratezza dei “musicarelli” Anni Sessanta ma che potesse anche raccontare la difficoltà di esprimere se stessi e di connettersi con le proprie emozioni tipiche dell'adolescenza.
E la musica non è solo un ingrediente necessario o l'oggetto del plot, presente anche nel titolo, ma influenza il ritmo stesso del film.
Nella prima parte Davide, il protagonista, suona un rock di facile impatto, trascinante ma un po' superficiale e con lui il film corre veloce fino a quando Davide si rende conto di aver perso, nel suo procedere a tutta birra, tutto quello che conta nella sua vita: sogni, ragazza, serenità famigliare, la possibilità di essere ammesso all'Esame di Stato.
Barare non serve, anche se il Destino gli dà la possibilità di tornare indietro e mettere tutto a posto, le cose sembrano andare peggio di prima.
Davide, per usare una metafora da pentagramma, deve trovare un altro “beat”.
E' allora che si accorge di Lisa. Anche la ragazza suona e riesce a fargli scoprire una parte di sé più profonda, intima e la possibilità di raccontarsi attraverso la musica.
E quando Davide ha la possibilità di scrivere la sua canzone d'amore, una vera e propria ballad, alla ragazza che ha capito di amare, il film diventa più caldo e romantico, con l'anima pop che prende il sopravvento su quella rock.
Herbert Simone Paragnani

NOTE DI PRODUZIONE
Fin dai suoi esordi, Cattleya ha sempre rivolto grande attenzione al pubblico giovanile. Da subito infatti ci siamo resi conto che il cinema italiano tendeva a rivolgersi ad un pubblico prevalentemente adulto mentre ci sembrava importante che anche i giovani avessero le loro storie e i loro attori di riferimento. A questo scopo sviluppammo TRE METRI SOPRA IL CIELO che a suo modo ha aperto un filone che ha riavvicinato il pubblico dei ragazzi al nostro cinema.
UNA CANZONE PER TE sicuramente può essere riconducibile a questo cosiddetto genere dei “teen movies” ma vuole fare anche un passo avanti.
Quando Simone Paragnani e Valerio Cilio, gli autori del copione, ci hanno raccontato l’idea di ambientare il film nel mondo delle band giovanili, ci siamo entusiasmati all’idea di poter creare una grande sinergia con alcuni dei cantanti e dei gruppi giovanili di talento che sono fioriti nel panorama della musica italiana degli ultimi dieci anni. Avevamo già collaborato con alcuni di questi artisti, ma in questo caso si è trattato di un’operazione molto più complessa e stimolante.
Per ottenere un risultato di primo livello, dovevamo avere un partner all’altezza e per questo ci siamo rivolti a MTV Italia che ha capito subito l’importanza e la novità del progetto e grazie a Luca De Gennaro, che ha curato la direzione artistica musicale del film, siamo riusciti a coinvolgere dei cantanti, sia affermati che emergenti, di grande qualità.
Lavorare con questi artisti è stato entusiasmante e la loro collaborazione ha portato un valore aggiunto al film per cui li ringraziamo vivamente.
La scelta del cast è stata molto complessa. Infatti avevamo bisogno di attori che sapessero suonare e cantare oppure di cantanti che sapessero recitare, dato che volevamo che i protagonisti interpretassero dal vivo le canzoni del film. Per un anno abbiamo cercato sia tra i gruppi giovanili emergenti che tra i giovani attori e alla fine il cast scelto si è dovuto sottoporre a numerosi turni in sala prove dimostrando un grande talento anche dal punto di vista musicale.
Si è trattato di un casting che non ha trascurato nessun mezzo di comunicazione, su Internet abbiamo scoperto Guglielmo Scilla, che nel film interpreta Gino, conosciuto nella rete come Willwosh. I suoi video esilaranti ci hanno conquistato e l’abbiamo voluto assolutamente inserire nel cast.
Il film è stato girato interamente a Roma in 8 settimane.
Francesca Longardi

MTV ITALIA e “UNA CANZONE PER TE”
Per la prima volta nella sua storia, MTV Italia collabora con una importante casa di produzione, Cattleya, al progetto di un film destinato al pubblico giovane. “In una storia di giovani che suonano, cantano, scrivono canzoni e vivono la musica, commenta Luca De Gennario, Responsabile Strategie Musicali Mtv Italia e Direttore Artistico Musicale per il film, la colonna sonora ha un ruolo fondamentale.
Il lavoro sulle musiche di “Una canzone per te” e' dunque cominciato dalla prima stesura della sceneggiatura, e da un dialogo continuo con il regista, con il quale abbiamo identificato il tipo di canzoni che avrebbero fatto parte del film, in che momenti sarebbero apparse e quali personaggi le avrebbero interpretate. Ho pensato che gli autori delle canzoni originali del film avrebbero dovuto essere alcuni tra i musicisti piu' rappresentativi dell'universo giovanile italiano, ben noti ed apprezzati dal pubblico di MTV, e per questo ho chiesto a Sonohra, Zero Assoluto, Lost, Broken Heart College e L'Aura di scrivere ciascuno una canzone originale destinata ad un particolare momento del film.
L'Aura ha contribuito con due canzoni, di cui una interpretata da lei stessa, e anche Lost e Broken Heart College appaiono nel ruolo di loro stessi ed hanno inserito nei rispettivi nuovi album le canzoni scritte per il film. Ai Sonohra e' toccato il non facile compito di scrivere una canzone che doveva interpretare esattamente lo stato d'animo ed il messaggio del protagonista maschile in una scena centrale del film, mentre la canzone degli Zero Assoluto, inizialmente pensata per i titoli di coda, ha trovato magicamente la sua collocazione naturale in uno dei momenti piu' intensi della storia. Inoltre, “L'applauso del cielo” dei Lost e' stata scelta come singolo di lancio del loro nuovo album, e gli attori protagonisti di “Una canzone per te” hanno partecipato al videoclip che MTV ha presentato in anteprima in tv e online. Abbiamo anche lavorato accuratamente, insieme al regista, sulle canzoni di repertorio: da una parte il primo periodo punk con brani di Ramones, Stranglers, Eddie & The Hot Rods, dall'altro brani melodici di Cat Stevens, Harry Chapin e il grande classico della P.F.M. “Impressioni di Settembre”. Infine, Andrea Lai e Cristiano Grillo hanno scritto e prodotto le musiche di commento e il bellissimo “tema d'amore” del film.
MTV Italia e', inoltre, presente nella storia attraverso “MTV New Talent”, il contest al quale partecipano i protagonisti del film, e per la scena centrale del film e' stato ricostruito ad hoc un evento di musica live nella tradizione di MTV Italia. La vj Valentina Correani interpreta la parte di se' stessa, mentre Carolina Di Domenico, volto storico della rete, ha una parte importante nella veste della “talent scout” di MTV.
Luca De Gennaro

INTERVISTE / Il cast
Emanuele Bosi – DAVIDE
Di cosa parla il film?
Davide, il mio personaggio, è all’ultimo anno di liceo e ha una sola grande ambizione: partecipare all’MTV NEW TALENT con la sua band, i Nais Nois. Solo che, a un certo punto, per una serie di accadimenti, di strane coincidenze, come fosse una sorta di effetto domino, Davide perde nello stesso giorno la ragazza, l’ammissione all’ MTV NEW TALENT e compromette pesantemente l’intero anno scolastico. Per fortuna, però, il destino gli concederà l’opportunità di rivivere questo giorno e di sistemare tutto, ma le cose prenderanno una piega diversa! Per me il film rappresenta una vera e propria corsa contro il tempo.

Come descriveresti il tuo personaggio?
È molto diverso da me: io sono più pacato e riflessivo, mentre Davide è estroverso, iperattivo, in battaglia con il mondo intero. Si fa amare da tutti e lo fa con un po’ di furbizia, è convinto di risolvere i problemi con un sorriso magico, come dice il regista. Il destino sarà il suo vero unico antagonista, quello muoverà tutte le carte della storia creando in lui una grande instabilità.

Com’è stato lavorare con il regista?
Abbiamo provato molti giorni con Simone, prima delle riprese, per costruire i vari personaggi, da quello più importante a quelli secondari, e creare una sorta di empatia tra tutti noi. Io avevo un grande bisogno di capire il personaggio, di entrare nella sua psicologia e nelle dinamiche che lo fanno muovere, quindi per me è stato uno step fondamentale.

Avete suonato con gli altri gruppi?
Sì, abbiamo avuto modo di suonare, di provare anche le canzoni e di costruire quell’affiatamento con il gruppo necessario per lo sviluppo di tutto il film, dato che loro sono i miei amici di sempre, quelli con cui c’è più confidenza e condivisione.

Invece il rapporto con Agnese?
Agnese è una ragazza molto profonda e timida, più matura rispetto a noi, una vera e propria outsider. È lei che mi migliora, migliora il mio carattere superficiale ed egoista e lo fa attraverso la musica. Anche se appare così remissiva, in realtà si rivela la più forte, l’unica che riesce psicologicamente a sottometterci, l’unica che riesce ad insegnarci qualcosa.

Com’ è stato il tuo provino?
C’è stata una selezione molto dura. Ho cominciato con un colloquio poi ho fatto una serie di provini, anche a coppie, per testare il rapporto e l’empatia tra i protagonisti, e già da lì ho dovuto iniziare a modificare il mio carattere e a renderlo più simile a quello del mio personaggio.

Come ti sembra in questo film il rapporto che hai con i tuoi genitori?
È il classico rapporto che gli adolescenti hanno con i propri genitori, pieno di conflittualità e ribellioni. Inoltre, Davide in alcune situazioni dimostrerà una maggiore maturità dei suoi: del padre, eterno bambino, e della madre, desiderosa di evadere dalla quotidianità.

Qual è stata la scena più difficile?
Indubbiamente la scena del concerto della fine del film, perché, a parte le oggettive difficoltà di realizzazione, io avevo 38 di febbre ed è stato sfiancante. Dovevo, infatti, esprimere una certa forza e energia e in quelle condizioni non era facile, comunque ho stretto i denti e ce l’ho fatta! Alla fine è stato anche divertente, perché il pubblico era vero ed esultava, la musica c’era sul serio, io cantavo veramente, quindi è stato bello!

E un’altra scena divertente a parte questa del concerto?
A parte l’altro concerto a scuola all’inizio del film, un’altra scena divertente è stata quella in cui Gino – Giacomo Scilla – viene investito da una camionetta dell’AMA e cade dalla bicicletta, mentre io tento di farlo riprendere con ogni mezzo pur di portarlo a scuola e farmi aiutare con il compito in classe. Ne è uscita una gag bellissima!

Come ti sei trovato sul set?
L’atmosfera è stata sempre molto divertente, era un piacere andare ogni giorno sul set. Il film è volato e il gruppo di lavoro è stato fantastico.

Michela Quattrociocche – SILVIA
Come descriveresti il tuo personaggio?
Il mio personaggio si chiama Silvia, una ragazza di diciotto anni di buona famiglia, che è fidanzata con il protagonista Davide. Sono due tipi completamente diversi: lei è molto studiosa e pacata, mentre lui è un gran casinista. E, come spesso accade, questa diversità è il fuoco della loro attrazione.

Cosa ti è piaciuto di questa storia quando te l’hanno proposta?
Mi è piaciuta la sua singolarità, il fatto che il vero protagonista non è né l’amore né l’amicizia, ma il destino e la forza con cui si impone sugli eventi.

Come avete lavorato con il regista sul personaggio?
È un regista molto bravo ed ha dimostrato una particolare cura e attenzione nei confronti di noi attori. Abbiamo fatto circa 5 o 6 giornate di prove a teatro e mi è servito molto. Ci siamo preparati a fondo sui personaggi e ne abbiamo analizzato psicologia, movimenti, ogni aspetto che potesse esserci utile. Simone voleva che Silvia fosse una ragazza determinata e allo stesso tempo fragile, di buona famiglia, molto attenta all’apparenza e comunque “perfettina”, esattamente l’opposto di Davide: spero di esserci riuscita!

La scena più difficile e quella più divertente?
La scena più difficile è stata senza dubbio quella finale, perché rappresenta il mio momento di malinconia, di tristezza, il momento in cui ho perso tutto. Mentre di scene divertenti potrei citare tutte quelle corali, dato che tra noi del cast si è instaurato un bellissimo rapporto, sia dentro che fuori dal set.

Agnese Claisse – LISA
Come descriveresti il tuo personaggio?
Io interpreto Lisa che è una ragazza un po’ difficile da decifrare, è introversa, timida e un po’ ribelle. Al centro della sua vita c’è senz’altro la musica: infatti suona la chitarra e ama la musica “colta”, quelle che segue canali meno commerciali e più autoriali. Per questo a scuola si distingue dagli altri ragazzi e resta sempre un po’ ai margini.

Di cosa parla il film?
Il film parla di amore, musica e destino. In particolare Davide, il bello della scuola, chiede a Lisa di aiutarlo a scrivere una canzone per riconquistare la sua ex fidanzata Silvia. Da lì i due inizieranno a conoscersi, a capire le loro reciproche differenze e si confronteranno sull’amore, la musica, il passato.

E come avete lavorato con il regista sul personaggio?
Simone mi ha dato molte indicazioni sul personaggio e, nello stesso tempo, mi ha detto di aver preso ispirazione da me, dal mio modo di essere. Sicuramente Lisa e io abbiamo delle radici comuni: una certa timidezza, l’amore per la musica (anch’io suono) e il fatto che anch’io come lei a scuola non sono mai stata completamente integrata.

Come ti sei trovata con gli altri ragazzi?
Benissimo, sia con gli altri attori che con la troupe. Eravamo davvero un bel gruppo!

Quale è stata la scena più difficile da girare?
La scena più difficile l’ho affrontata il primo giorno di riprese: quella in cui dovevo confidare a Davide che mio padre era morto quando avevo due anni. È stato complesso entrare a pieno in quel tipo di emozione, di malinconia e dolore, ma spero di esserci riuscita.

Quella invece più divertente?
Ho girato una scena in cui dovevo arrabbiarmi, prendere la borsa e andarmene e ho combinato di tutto: la borsa è rimasta incastrata sotto il tavolo, io ho impallato le battute ad un’altra attrice, ho pronunciato male la mia battuta. Insomma una scena piena di risate e risvolti comici.

Tu suoni, ci hai detto. Hai dovuto imparare qualcosa per questo film?
In realtà no. C’erano dei giri di chitarra da fare, ma cose abbastanza semplici. Invece per quanto riguarda il canto ho avuto una bravissima vocal coach che mi ha aiutata a cantare un brano di L’Aura. Io solitamente canto punk 77 o garage, generi che non richiedono particolari prodezze vocali, invece in questo contesto ho dovuto fare i conti con la sua
estensione vocale straordinaria e mi auguro di averlo fatto al meglio!

ANDREA MONTOVOLI – JERRY
Come descriveresti il tuo personaggio?
Jerry, il mio personaggio, è un rocker motociclista dai comportamenti discutibili. Sono contento che Simone mi abbia dato l’opportunità di interpretarlo perché è sicuramente un tipo anomalo che non avevo mai interpretato prima. Ci abbiamo lavorato a fondo, ne abbiamo cercato di inquadrarne i movimenti ed è stato utilissimo.

Il regista cosa ti ha chiesto per questo personaggio?
Il personaggio è un po’ sopra le righe, è il cattivo della situazione. E dovevo riuscire a rendere questo suo essere “subdolo” principalmente con lo sguardo: a volte insidioso, altre “piacione” altre ancora vendicativo. Jerry é il classico fannullone che bazzica la scuola solo per cercare nuove ragazze, infilarsi in situazioni scomode, procurare litigi.

Qual è la scena che ti sei divertito di più a girare?
Non c’è una scena in particolare che mi ha divertito. Tutto scorre in modo fluido, abbastanza veloce e Simone ha le idee ben chiare, quindi in ogni scena ti direziona bene.

GUGLIELMO SCILLA (WILLWOOSH) – GINO
Come descriveresti il tuo personaggio?
Interpreto Gino, un personaggio che è fondamentalmente uno sfigato. Ma non il classico sfigato, è piuttosto un pazzoide, innamorato folle di una ragazza al di sopra delle sue possibilità, uno che si crede molto cool ma non lo è per niente.

Come avete lavorato con il regista su questo personaggio?
All’inizio io pensavo fosse lo sfigato macchietta, il classico nerd con brufoli e annessi, mentre invece Simone aveva un’idea diversa, forse anche perché un po’ mi conosceva dal web e aveva preso, in un certo senso, ispirazione da me. E’ un personaggio che abbiamo messo a punto insieme, e di cui vado molto fiero.

Qual è stata la scena più difficile da girare?
La prima. Perché è stata la mia prima volta su un set cinematografico. Gestire il mio canale su YouTube, infatti, è tutta un’altra cosa, dato che sono libero di fare ciò che voglio. Sul set, invece, si trattava di seguire le direttive e i tempi di un regista. Poi l’impatto del set incute un certo timore: hai paura di parlare troppo forte, di fingere che gli altri non esistano, di sbagliare i tempi.

E la più divertente invece?
Sicuramente quella in biblioteca, perché c’è stato un momento di pazzia generale in cui è emerso tutto l’affiatamento che si è creato tra di noi attori. La scena di per sé era abbastanza comica, in più tutti noi abbiamo iniziato a ridere e a non finirla più.
[an error occurred while processing this directive]
[+] aggiungi informazioni e curiosità su Una canzone per te oppure [+] scrivi recensione e vota Una canzone per te

Vota, leggi trama e opinioni su Una canzone per te di Herbert Simone Paragnani - Torrent, scaricare Una canzone per te di Herbert Simone Paragnani, streming

Questo sito è gestito con HyperPublish e molto olio di gomito.
Questo è un sito di cinema film movies amatoriale: le informazioni provengono dai miei studi, dal contributo degli utenti e da fonti reperibili nel pubblico dominio. Non posso garantire la validità delle informazioni ma faccio del mio meglio. Posso inoltre garantirti la mia onestà quando dico che un film è bello. Aggiungi anche tu la tua opinione e fai sapere a tutti senza limiti come è il film! Ti invito ad andare al cinema, non è bello scaricare torrent guardare streaming vedere megavideo striming divx emule movies nemmeno in anteprima. I copyright dei film / movies appartengono ai rispettivi proprietari.



Qualche film interessante: Cristian e Palletta contro tutti, Come pietra paziente, Cleopatra, Citta' nuda, Ciao Brother, Chi nasce tondo, Che cos'e' un Manrico, Certi bambini, Cemetery of Splendour

Film in ordine alfabetico: 9.99…20 D 20 F…50 V 500 …UNA - ...A…A PR A PR…ACQU ACRI…AH S AI C…ALIL ALL …AMAZ AMAZ…AMOR AMOR…ANIJ ANIM…APPU APPU…ASPR ASSA…AVVI AWAK…L'AM L'AM…LE A LE A…UN A UN A…UN'A - A BE…BALL BALT…BE K BE L…BENV BENV…BING BIOS…BLOO BLOO…BOX BOXI…BULW BUMA…LA B LA B…THE THE …UNA - ...C…CAPT CAPT…CAVA CAVA…CHE CHE …CICO CIDA…CODI CODI…COMM COMM…COSA COSA…CUCC CUOR…IL C IL C…LA C LA C…PORC THE …UNA - ...E…DEAD DEAD…DEST DEST…DIRT DIRT…DORI DORM…DUE DUE …LA D LA D…UNA UNA …UNA - ...E…EFFE EFFE…EMPI EMPL…EVAN EVAN…L'ES L'ES…UN'E - A FA…FAUS FAUS…FINO FINO…FRA FRAG…FROZ FRUI…I FR I FR…LA F LA F…UNA - A GL…GET GET …GIOV GIOV…GOMO GOMO…GRIN GRIZ…IL G IL G…LE G LE G…UNA - A HI…HARR HARR…HESH HESH…HONE HONE…HUNG HUNG…UN H - GLI …IMMO IMMO…INCO INCR…INTE INTE…IQBA IRAQ…L'IN L'IN…UN'I - I JO…JESU JET …JOYF JU T…THE - K.36…KING KING…THE - A LE…LAND LAND…LEGE LEGI…LIBE LIBE…LONT LONT…LULU LUMI…UNA - A MA…IL M IL M…LA M LA M…MAES MAGA…MANS MANS…MATE MATE…MENO MENO…MILO MIMZ…MO'J MOLI…MO'T MOTO…MY G MY I…UN M UN M…UNA - I NO…NARU NARU…NEMM NEMM…NO ( NO -…NON NON …THE THE …UNA - GLI …OCTA OCTO…ONDE ONDE…ORO ORO …UN'O - O - …IL P IL P…LA P LA P…PANE PANE…PASS PASS…PEPP PEPP…PICC PICC…PLAT PLAY…PRAI PRAN…PROF PROF…THE THE …UNE - A QU…QUEE QUEE…THE - I RA…LA R LA R…RAIN RAIS…REMB REMB…RIDE RIDI…ROBO ROCC…THE THE …UNA - O - …IL S IL S…LA S LA S…SALE SALI…SCAR SCAR…SECO SECO…SETT SEVE…SHOR SHOR…SKOO SKY …SOLO SOLO…SPAC SPAC…STAR STAR…STRE STRE…SUR SUR …THE THE …UNO - I TE…TADP TAFA…TEMP TEN …THE THE …TI V TI V…TORO TORQ…TRE TRE …TURI TURI…TWO TWO …UNA - GLI …L'UO L'UO…UNDE UNDE…UZAK - A VE…LA V LA V…VAJO VALD…VERO VERO…VIRG VIRT…VUOT - I WA…WARC WARC…WILD WILD…WWW - X - Y - Z
Registi in ordine alfabetico: 0..9 A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
Cerca...
RecensioniFilm.com 2017 tutto il Cinema raccontato dal pubblico - Accordi - Software - Crea Ebook - Screen savers - Privacy e cookies - Contatti, suggerimenti - Film senza limiti - Streaming