A-Team di Joe Carnahan

Recensioni Film - Per dire la tua sul cinema! [+] Recensisci e Vota

Dati principali, scheda, locandina, manifesto cinema, info, curiosità per A-Team - [Trama, giudizi e opinioni]
Altri film, opinioni, recensioni, informazioni - Altri film diretti da Joe Carnahan - Correzioni/Aggiunte - Sito ufficiale di The A-Team / A-Team - Sito ufficiale italiano di A-Team - Video YouTube di Joe Carnahan A-Team - Cerca e trova - Stampa pagina - Condividi su
Crea il tuo Sito con EasyWebEditor, i tuoi CD cataloghi prodotti con CDFrontEnd, i tuoi ebook con EBooksWriter - VisualVision.it
 



locandina A-Team
 
Regista: Joe Carnahan
Titolo originale: The A-Team
Durata: 121'
Genere: Azione, Avventura, Commedia
Nazione: U.S.A.
Rapporto:

Anno: 2010
Uscita prevista: 18 Giugno 2010 (cinema)

Attori: Bradley Cooper, Liam Neeson, Quinton Rampage Jackson, Jessica Biel, Sharlto Copley, Patrick Wilson, Dirk Benedict, Dwight Schultz, Maury Sterling, Brian Bloom
Soggetto: Stephen J. Cannell, Frank Lupo
Sceneggiatura: Joe Carnahan, Brian Bloom, Skip Woods

Trama, Giudizi ed Opinioni per A-Team (clic qui)...In questa pagina non c'è nemmeno la trama per non fare spoiler in nessun caso.
 
Fotografia: Mauro Fiore
Montaggio: Roger Barton, Jim May
Musiche: Alan Silvestri
Scenografia: Charles Wood
Costumi: Betsy Heimann

Produttore: Stephen J. Cannell, Jules Daly, Tony Scott, Spike Seldin, Iain, Alex Young, Lee Cleary
Produttore esecutivo: Ridley Scott, Marc Silvestri, Ross Fanger
Produzione: Dune Entertainment, Scott Free Productions, Stephen J. Cannell Productions, Twentieth Century-Fox Film Corporation
Distribuzione: 20th Century Fox

La recensione di Dr. Film. di A-Team
Nessun commento di Dr.Film per ora...

LEGGI e SCRIVI opinioni e recensioni su A-Team
Opinioni e recensioni su A-Team, clic qui...

Colonna sonora / Soundtrack di A-Team
“THE A-TEAM (THEME)”
Scritta da Mike Post e Pete Carpenter

HOUSE OF PAIN
Scritta da Jayceon Taylor e Aldrin Davis
Eseguita da The Game
Per gentile concessione della Geffen Records
Su licenza della Universal Music Enterprises

SHUT UP con DEUCE POPPITO OF 24KARATZ, TRINA, CO OF TRE+6
Scritta da Maurice Young, Lasana Smith, Katrina
Taylor e Corey Evans
Eseguita da Trick Daddy
Per gentile concessione della Atlantic Recording Corp.
In accordo con il Warner Music Group Film & TV Licensing

TRIO PARA ENAMORADOS (TRIO FOR LOVERS)
Scritta da Jorge Calandrelli
Per gentile concessione della Megatrax Production Music, Inc.
YOU SPIN ME ROUND (LIKE A RECORD)
Scritta da Peter Burns, Stephen Coy, Tim Lever e Mike Percy

A-TEAM BLASTOFF SUITE
Composta ed eseguita da Tom Morello
I GOT MINE
Scritta da Dan Auerbach e Patrick Carney
Eseguita dai The Black Keys
Per gentile concessione della Nonesuch Records
In accordo con il Warner Music Group Film & TV Licensing

I’VE BEEN LONELY FOR SO LONG
Scritta da Posie Knight e Jerry Weaver
Eseguita da Frederick Knight
Per gentile concessione della Concord Music Group, Inc.

THE WASHINGTON POST MARCH
Scritta da John Phillip Sousa
Per gentile concessione della 5 Alarm Music

I DON’T WANT TO CHANGE YOUR MIND
Scritta da James Kalamasz e Danny Kirsic
Eseguita dai The Wildlife Band
Per gentile concessione della 5 Alarm Music

MY GIRL HAS ROSENMAND
Scritta da Johannes Brahms
Eseguita da Peter Schreier & Konrad Ragossnig
Per gentile concessione della 5 Alarm Music

LITTLE DRUMMER BOY
Scritta da Harry Simeone, Katherine K. Davis e Henry V. Onorati

ANARCHY IN THE UK (GUITAR HERO VERSION)
Scritta da Glen Matlock, Paul Thomas Cook,
Stephen Philip Jones e John Lydon
Eseguita dai Sex Pistols
Per gentile concessione della SPR US, LLC e Virgin Records Ltd.
Su licenza della Sex Pistols Residuals

“THE A-TEAM (THEME)”
Scritta da Mike Post e Pete Carpenter
Eseguita da The City of Prague Philharmonic Orchestra
Per gentile concessione della Silva Screen Records, Ltd.

I RAN 6 MILES
Scritta ed eseguita da Gary Sredzienski
Per gentile concessione della Crucial Music Corporation

REELIN’ IN THE YEARS
Scritta da Walter Becker e Donald Fagen

Colonna sonora su Varèse Sarabande

Voci / Doppiatori italiani:
Alessandro Rossi: Col. John 'Hannibal' Smith
Christian Iansante: Ten. Templeton 'Sberla' Peck
Vittorio Guerrieri: Cap. 'Howling Man' Murdock
Pino Insegno: Serg. Bosco 'P.E.' Baracus
Federica De Bortoli: Cap. Charisa Sosa
Massimiliano Manfredi: Col. Lynch
Stefano De Sando: Gen. Morrison
Francesco Prando: Pike

Informazioni e curiosità su A-Team

Basato sulla serie televisiva A-Team creata da Frank Lupo e Stephen J. Cannell.

Note dalla produzione:
LA STORIA
L'A-Team è stata una delle serie televisive più popolari e fortunate degli anni ottanta. Creato da Stephen J. Cannell e Frank Lupo, il telefilm narrava le vicende di quattro veterani del Vietnam che, condannati da un tribunale militare per un crimine che non hanno commesso, si nascondono in clandestinità e diventano dei soldati di ventura. Condotti da un masticasigaro, il colonnello John “Hannibal” Smith, interpretato da George Peppard, i quattro agivano per il bene comune, mentre intanto cercavano di ristabilire la loro reputazione. La serie ha ottenuto un seguito entusiasta di fan.

Il telefilm è andato ben al di là di una normale serie di successo. "E' stato un fenomeno", rivela il creatore Stephen J. Cannell, che è anche uno dei produttori della pellicola. “Prima di quel momento, non c'erano mai stati in televisione dei protagonisti del genere. La serie aveva una premessa semplice: quattro uomini che vengono condannati ingiustamente per un crimine decidono di scappare e aiutare le persone che non sono in grado di farcela da sole. Il bisogno di combattere l'ingiustizia è un argomento magnifico e il pubblico ha risposto alla serie con entusiasmo. Tanti ragazzi sono cresciuti con il telefilm e poi una nuova generazione ha avuto l'opportunità di vederlo nelle repliche, ricevendo la stessa scossa".

L'acclamato realizzatore Joe Carnahan (Narc, Smokin’ Aces), una delle milioni di persone che è cresciuto con il telefilm, sapeva che c'era un pubblico devoto e ha capito le sfide presenti nel portare l'A-Team sul grande schermo. "Era materiale prezioso e non potevo rifiutare la possibilità di reinventare una serie che mi ricordavo da ragazzo", sostiene Carnahan. "Volevamo essere rispettosi del telefilm per le generazioni di appassionati che ci sono cresciuti, ma volevamo anche portare l'A-Team nel ventunesimo secolo".
Sebbene i dirigenti dello studio e gli osservatori dell'industria fossero convinti che la premessa della serie fornisse una base ottima per una pellicola, il progetto è rimasto bloccato per quasi un decennio, mentre la sceneggiatura passava di mano in mano, nel tentativo di evitare la natura camp del telefilm.

“Abbiamo cercato a lungo di sistemare la sceneggiatura", ricorda il produttore ed ex dirigente della Twentieth Century Fox Alex Young. “Se si cerca di fare un film moderno, devi renderlo più grande e con maggiori sequenze d'azione, in grado di competere con i migliori blockbuster attuali. Joe Carnahan ha una sensibilità moderna e forte e il suo approccio al materiale è stato più coraggioso e realistico rispetto alla serie".
Quando Carnahan è entrato nel progetto, assieme al compagno di sceneggiatura Brian Bloom, ha spostato l'azione al ritiro delle truppe dal Medio Oriente. Loro sono rimasti fedeli al senso di fratellanza e all'umorismo presente nella serie, ma hanno migliorato l'azione, il dramma, l'avventura e l'intensità. Come rivela Carnahan: "Volevamo rendere A-TEAM un film d'azione affascinante e originale, ma anche conservare le emozioni in maniera realistica e accessibile. Non c'è ragione di fare questo tipo di azione e avventura se non hai intenzione di alzare il livello".

Carnahan e Bloom ritenevano che il materiale avesse bisogno di riflettere l'epoca moderna e affascinare il pubblico attuale. "L'intenzione non era quella di abbandonare la serie televisiva e i personaggi che tutti hanno adorato, ma di evolvere e rendere più contemporanea la storia", rivela Bloom.
"Le persone sono molto più consapevoli oggi di quanto fossero 25 anni fa, quando è stato lanciato il telefilm", aggiunge Carnahan. "Se si provasse a presentare la serie adesso non sarebbe possibile farla franca come allora. In quel momento, l'aspetto camp del telefilm rappresentava un bell'intrattenimento, ma il pubblico attuale è molto più smaliziato, così per trasportarlo nella nostra epoca, il tono e l'approccio doveva cambiare in modo da riflettere la sensibilità contemporanea".

Mentre si tentava di rendere attuale il materiale ed elevare il dramma, i realizzatori erano concordi nel ritenere che, per rendere un successo il passaggio dell'A-Team al grande schermo, il rapporto che era al centro della serie avrebbe dovuto essere fondamentale anche nella pellicola.
Come commenta Carnahan, "quello che ho sempre amato del telefilm non erano tanto le situazioni, ma il senso di fratellanza e l'affetto che questi uomini provano l'uno per l'altro. Non erano le storie incredibili o le svolte narrative ad aver reso il telefilm un successo, ma il fatto che potevi credere che queste quattro persone si volessero bene e si proteggessero a vicenda".

"Quello che capivi è che queste persone avevano disperatamente bisogno degli altri per continuare, non solo emotivamente, ma anche tecnicamente e tatticamente", sottolinea Bloom. "Erano decisamente una squadra".
"Le persone amavano veramente questi personaggi", sostiene la produttrice Jules Daly. "Certo, erano carismatici e divertenti, ma c'era anche un enorme senso di affetto tra questi quattro ragazzi, che il pubblico ha apprezzato. Noi sapevamo che l'aspetto più difficile per far funzionare il film sarebbe stata la sintonia tra i quattro protagonisti".

Mentre il progetto iniziava ad andare avanti e la sceneggiatura veniva sistemata, i realizzatori rivolgevano la loro attenzione al cast della squadra. "Abbiamo discusso molto sulla direzione da prendere con il casting", ricorda Alex Young. "Ed è stata dura, perché abbiamo capito che c'erano molti modi di procedere. Potevi osservare qualsiasi attore maschio sopra una certa età e trovare delle buone ragioni per farlo partecipare al film. L'unica cosa che sapevamo è che desideravamo che i quattro attori che interpretano l'A-Team fossero originali. Non volevamo scegliere i soliti sospetti e poi circondarli da un gruppo di attori di supporto".

Quando pensavano a delle scelte di casting per il fondamentale ruolo del Colonnello John Hannibal Smith, i realizzatori ritenevano che fosse importante trovare un attore che esprimesse potere, fiducia e autorità, oltre ad avere un senso dell'umorismo tagliente. Come leader dell'ATeam, Hannibal è un genio delle strategie, sempre un passo avanti rispetto ai nemici. Lui mantiene la sua squadra fuori dai guai, ma i suoi metodi inconsueti raramente portano a una conclusione prevedibile. Non importa il modo, lui adora i piani ben riusciti.

Il candidato all'Oscar® Liam Neeson è conosciuto soprattutto per i suoi ruoli drammatici, in cui incarna personaggi dotati di una forte umanità e presenza fisica, ma è stata la sua acclamata interpretazione da eroe d'azione nel grande successo mondiale Io vi troverò che ha convinto i realizzatori che fosse naturale vederlo nei panni di Hannibal. Come sostiene Jules Daly: “Liam è sexy, in forma, forte e fornisce profondità al ruolo. Penso che, quando Liam è salito a bordo, ci abbia indicato la direzione che avrebbe preso il progetto".
"Non importa qual è il ruolo, Liam mostra diversi aspetti di se stesso nei personaggi che interpreta, il tutto con integrità, passione e onestà", rivela Carnahan. “Liam apporta la giusta combinazione di forza e intelligenza al personaggio. E' facile credere che i suoi uomini lo amino, lo rispettino e abbiano fiducia in lui".

Nel descrivere quello che lo attirava nel ruolo di Hannibal Smith, Neeson dichiara di essere rimasto conquistato dal rapporto tra i quattro uomini che gli sceneggiatori Joe e Brian sono riusciti a mantenere al centro della storia. Chiaramente, sono accadute tante cose nella vicenda e ai personaggi, mentre la sceneggiatura mostra un senso di amicizia notevole tra questi ragazzi. Hannibal è un eroe credibile, ha un forte senso morale ed etico, mentre adora il suo Paese e i suoi uomini".
Mentre Neeson era felice per l'opportunità di interpretare questo bravissimo stratega, ha combattuto con il fatto di dover anche abbracciare il sigaro, un marchio di fabbrica del personaggio. "Da ex fumatore, mi sento in conflitto con il sigaro", ammette l'attore, "ma capisco perché gli sceneggiatori abbiano mantenuto l'idea, che offre un premio al personaggio di Hannibal quando un piano riesce bene, per cui lui può tirar fuori un sigaro e accenderlo. C'è un senso di unione con il mondo quando lui si accende il fiammifero, una cosa con cui avverto una forte empatia, e capisco che ci sono alcune scene in cui c'è bisogno dei sigari, ma ovviamente non vogliamo che i ragazzi copino questo aspetto".

Il Tenente Templeton "Sberla" Peck è il truffatore del gruppo, quello a cui rivolgersi quando c'è bisogno di qualcosa. Lui sfrutta il suo bell'aspetto e il fascino per ottenere quello che è necessario e per condurre una bella vita. Sberla può convincere chiunque delle sue ragioni, in particolare le donne. Per portare il ruolo sullo schermo, i realizzatori hanno scelto Bradley Cooper, che ha confermato di essere uno dei maggiori talenti della sua generazione grazie al ruolo in Una notte da leoni. "Quando Bradley ha espresso un interesse per interpretare Sberla, non vedevo ragione di continuare le mie ricerche", ricorda Carnahan. "Sai quando entri in sintonia con qualcuno e pensi che sarà un amico per tutta la vita? E' stata questa la sensazione che ho avuto con Cooper. Tanti attori promettono molto, ma poi non soddisfano le attese.

Bradley invece fornisce il 100% in ogni occasione. E' un tizio fantastico, dotato di un ottimo senso dell'umorismo e ritengo che porti una nuova dimensione alla parte".
"Oltre a essere intelligente, seducente e bello, il personaggio di Sberla doveva essere piacevole e affascinante, qualità che Bradley possiede in dosi enormi", dichiara Daly. "E' un tipo veramente affascinante e ha colto la parte dentro di sé, così puoi credergli quando passa all'azione. E' stato veramente una scelta perfetta".

D'altra parte, non è stato difficile per Cooper affrontare il ruolo. "E' sempre stato un sogno per me partecipare a un grande film d'azione", ricorda l'attore. "Amo lo sport e mi piace far finta di combattere. E lavorare in una serie leggendaria con cui sono cresciuto e farlo al fianco di Liam Neeson, è semplicemente favoloso".
Cooper ha apprezzato particolarmente il fatto che il ruolo gli permettesse di partecipare a delle scene d'azione impegnative. Per assicurarsi di essere all'altezza, ha seguito una dieta rigida e un rigoroso regime di allenamento, che comprendeva il ‘The Grouse Grind”, un'impressionante scalata per arrivare ai quasi mille metri della Grouse Mountain di Vancouver.

“Mi mantengo sempre in forma, ma dovevo alzare il livello per questo film", sostiene Cooper. "Le scene d'azione erano difficili e richiedevano una grande quantità di energia. Devi fare molta attenzione a tante cose, come la posizione del tuo corpo, come ti muovi quando combatti e come ti sposti quando maneggi una pistola. Sberla è un soldato, non ha paura di farsi male, quindi dovevo essere pronto per le scene fisiche".
Rispetto al fascino di Sberla, Murdock rappresenta la follia, ma è anche uno dei migliori piloti di elicottero che siano emersi dall'operazione Desert Storm. Se un apparecchio ha un motore, Murdock è in grado di farlo volare. Ha un quoziente d'intelligenza enorme e conosce ogni cosa. Può impersonare un chirurgo o un principe nel giro di un attimo, facendoti credere che sia tutto vero. La cartella di Murdock rivela che è mentalmente instabile e talvolta è fin troppo convincente nel dimostrarlo. Lui non evita i guai, ma pianifica il modo migliore per finirci.

La produttrice Jules Daly ha notato per la prima volta Sharlto Copley quando ha visto un montaggio provvisorio di District 9. “Ho amato quello che Sharlto ha fatto con il suo personaggio, aveva una brillantezza che pensavo fosse perfetta per il ruolo di Murdock", ricorda la Daly. I realizzatori hanno chiesto a Copley, che stava partecipando a un tour promozionale di District 9, di registrare alcune scene di come, secondo lui, Murdock si sarebbe comportato e di inviarle. Il resto, ovviamente, è storia.
L'idea di interpretare uno dei suoi eroi d'infanzia sul grande schermo era veramente affascinante per Copley. "L'A-Team era una delle mie serie preferite da ragazzino e Murdock il personaggio che amavo di più, quindi interpretarlo significava realizzare un sogno".

Un maestro nell'improvvisazione, Copley ha abbracciato l'atmosfera creativa presente sul set, sviluppando dei momenti comici ed espandendo il suo personaggio, che così è andato ben oltre quello che c'era sulla carta. "Quello che mi ha veramente eccitato era l'elemento di pericolo nel personaggio di Murdock, il pericolo combinato con l'umorismo", spiega Copley. "Non sai mai se è veramente pazzo o se sta facendo finta. Considerando che è un personaggio strampalato, puoi divertirti molto con le sue scene. E' unico".
E' stato Copley ad avere l'idea di fornire al personaggio un accento sudista. "Sharlto ha un accento sudafricano evidente, ma nel film non si sente per nulla", rivela Carnahan. "Lui è impegnato a emettere questi suoni tipici del Panhandle, una zona del Texas, ed è fantastico. Non puoi esaurire l'immaginazione che è in grado di fornirti. Il suo atteggiamento è che Murdock è pazzo, quindi anche Sharlto deve esserlo un po'. Penso che il pubblico amerà il suo lavoro in questo ruolo".

A completare il quartetto c'è B.A. Baracus, un autista e meccanico bravissimo, che può creare al volo dei macchinari elaborati partendo da pezzi normali. Inoltre, è un combattente che non ha certo paura di impegnarsi negli scontri diretti. Tuttavia, ha una pazienza limitata, quindi non fatelo arrabbiare. Non ha paura di nulla e nessuno, se non del fatto di salire su un aereo.
Tra i personaggi originali, il ruolo di B.A. Baracus è stato il più duro da scegliere, perché è quello con le caratteristiche più spiccate. Come sostiene Alex Young, "quando stavamo sviluppando e scegliendo la pellicola, la prima domanda che ci siamo posti tutti è stata 'Chi interpreta B.A. nel film?'. Era un ruolo leggendario come non ce ne sono più e tutti lo desideravano".

I realizzatori cercavano qualcuno che non avesse paura di far suo il ruolo di B.A.. Dopo una ricerca estenuante, hanno scelto l'ex campione dei pesi massimi leggeri della UFC Quinton “Rampage” Jackson. Come ricorda Carnahan: “Abbiamo portato Rampage a Vancouver per un test filmato e lui era perfetto. E' stato bravissimo nella scena che ha letto, tanto che c'è un momento nel film in cui B.A. ha un giuramento e Rampage lo pronunciava talmente bene che noi siamo rimasti sconvolti".
Jackson nota che alcuni dei suoi ricordi migliori crescendo erano legati alla visione della serie originale con suo padre. "Io avevo un legame forte con mio padre quando ero un ragazzino e vedevamo l'A-Team insieme, un'esperienza affascinante. Noi costruivamo delle cose folli di fronte alla televisione, proprio come facevano i personaggi", ricorda Jackson. “Così, il mio ricordo di B.A. è di me e mio padre insieme a fare queste cose. Joe mi ha detto di lasciare un'impronta personale sul film, cosa che ho fatto".

Fin dall'inizio, la sintonia e la fratellanza tra i quattro attori erano forti sia sullo schermo che fuori dal set. Come sostiene Jules Daly, "i ragazzi hanno trovato subito un legame, perché loro si completano a vicenda. Sono veramente una squadra. E questa, per noi, era veramente l'aspetto più difficile per far funzionare la pellicola. Sapevamo che se la sintonia fosse stata efficace, avremmo avuto un film fantastico".
"Penso che gli attori siano scelti perfettamente", afferma Cannell. "Non so come avremmo potuto far meglio. Liam, Bradley, Sharlto e Rampage hanno catturato gli elementi fondamentali che la gente amava dei personaggi originali, ma allo stesso tempo si sono impadroniti dei ruoli".

Al fianco di Neeson, Cooper, Copley e Jackson nel cast ci sono Jessica Biel e Patrick Wilson. L'attrice incarna Charissa Sosa, un capitano dell'Unita del Defense Criminal Investigation Service. Estremamente capace, indipendente e concentrata, Sosa, che condivide una complicata storia sentimentale con Sberla, diventa il problema numero uno della Squadra, essendo il loro principale inseguitore. "Sosa rappresenta una componente dinamica nella storia e noi avevamo bisogno di qualcuno che potesse entrare perfettamente nel ruolo", sostiene il regista. "Jessica è acuta, astuta, intuitiva e notoriamente divertente, sexy e intelligente, tutte doti che il personaggio di Sosa doveva possedere. Sapevo che Jessica non avrebbe avuto problemi a stare in mezzo ai ragazzi".
La Biel rivela di essere immediatamente stata attirata dal personaggio. "Joe sosteneva che Sosa non dovesse essere un elemento femminile pieno di testosterone e infatti non è così.

Talvolta, è difficile trovare l'equilibrio tra la giusta dose di femminilità e forza in un ruolo come questo, comunque lei è affascinante e saggia, talmente preparata che potrebbe far parte dell'ATeam, ma si trova anche a suo agio nella posizione che occupa e quindi non ha paura di mostrare il suo lato femminile".
Patrick Wilson interpreta l'agente della CIA Lynch, un elemento chiave nella missione più esplosiva della squadra. "Si sa poco di Lynch", sostiene Wilson parlando del suo personaggio. "E' una brava persona? E' degno di fiducia? E' un cattivo? Normalmente, io interpreto dei personaggi onestissimi e senza ambiguità, quindi per me era divertente interpretare un uomo misterioso. Noi continuavamo a togliere gli strati che lo ricoprivano e alla fine vediamo quello che è diventato".


LA PRODUZIONE
Una volta deciso il cast, Joe Carnahan ha lavorato con i responsabili dei vari dipartimenti per realizzare delle sequenze di azione indimenticabili. "Noi tiravamo fuori costantemente delle idee per trovare dei modi originali per aumentare l'azione, l'avventura e l'intensità", sostiene Carnahan.
Ossessionato dal realismo, Carnahan ha sfruttato la collaborazione di Paul Maurice, un consulente militare con una grande esperienza bellica, per addestrare il cast all'uso di un'ampia gamma di armi e trasformare gli attori in un'unità di Forze Speciali. "Gli attori hanno imparato a combattere con le armi, perché Joe desiderava portare un nuovo livello di azione e sparatorie nella pellicola", spiega Maurice. "Abbiamo fatto passare il cast dalle fondamentali lezioni per maneggiare bene le armi in maniera sicura, a quelli che chiamiamo 'Malfunzionamento' di Tipo 1, 2 e 3, che sono corsi molto più avanzati rispetto all'addestramento normale per gli attori.

Il livello di combattimento con le armi che è stato insegnato loro era un addestramento corpo a corpo, che ha consentito di sparare a poca distanza e di essere impegnati in scontri a largo raggio, spostarsi efficacemente come una squadra e sparare uno vicino all'altro, sempre mantenendo la massima fiducia reciproca. Il cast ha preso molto seriamente l'addestramento e alla fine sono diventati bravissimi a sparare, correre, scaricare le armi, fare delle modifiche e muoversi in combattimento con una pistola".
"Joe voleva assolutamente che noi sapessimo cosa stavamo facendo, in modo che potesse girare la scena e non essere costretto a degli stacchi rapidi. Lui desiderava che questo sembrasse reale e che noi quattro funzionassimo bene come una squadra", rivela Copley. "E quando vieni addestrato da un tizio che è tornato ferito dall'Afghanistan, ti fa riflettere su quello che fai e le conseguenze. Il fatto di incarnare una versione glamour di quello che persone reali fanno quotidianamente ti porta più vicino a casa. Quindi, era importante rispettare questo aspetto e rimanere più accurati possibile".

Le riprese di THE A-TEAM sono iniziate il 14 settembre del 2009 in una regione desertica dalle parti di Cache Creek, nella British Columbia. Scelta per le somiglianze con il deserto messicano, la location in cui sono state girate la prima settimana di lavoro è stata resa più realistica quando dei forti venti hanno creato delle tempeste di polvere che hanno accecato tutti sul set.
La seconda settimana ha visto la società girare all'ex manicomio di Kamloops, che rappresentava la location del Mexico Army Meddac Hospital, in cui la squadra incontra Murdock. Le riprese si sono poi spostate a Vancouver, che ha fatto da sfondo per la maggior parte dell'azione del film, nei teatri di posa dove sono stati costruiti diversi set imponenti. Nel corso delle riprese durate quattro mesi, lo scenografo Charles Wood e la sua squadra hanno ideato, costruito e arredato oltre 120 diversi set e location, trasformando Vancouver e gli ambienti circostanti nel Medio Oriente (Bagdad e Kabul), l'Europa (Francoforte, Monaco, Mannheim, Zurigo, Oslo, il Mare Artico, l'Atlantico centrale) e l'America (Sonora, Los Angeles, Washington, Pensicola, il lago Tahoe, Boulder). “Joe desiderava un panorama globale per l'azione e, con nostra grande sorpresa, siamo riusciti a trovare delle location che potessero mostrare la varietà di Bagdad, il Messico e la Germania, tutti a poche ore di distanza dal centro di Vancouver” rivela Wood.

Uno dei set fondamentali, una Base operativa fuori Bagdad, è stata costruita in un edificio ampio e isolato vicino Vancouver. I realizzatori hanno scelto la zona per i suoi spazi aperti e per il cielo limpido, che, dopo settimane di costruzioni, attenzione maniacale al materiale militare e l'aggiunta di alcune palme, è stato trasformato in quello che la troupe ha definito ironicamente “Baghdanada”.
Il nuovo Vancouver Convention Center è servito per rappresentare la Stazione ferroviaria centrale di Francoforte. "Il Convention Center ha una modernità che è molto simile agli edifici che abbiamo visto in Germania. C'era una geografia interessante, tante opportunità per le persone di apparire in diverse parti del set, perfetto per la scena", spiega Wood. "Joe e il direttore della fotografia Mauro Fiore non sono realizzatori statici, ma amano continuare a muovere la cinepresa, così devi essere assolutamente consapevole di questo fatto quando scegli o prepari un ambiente".

All'angolo del Convention Center, una troupe di seconda unità ha passato diversi giorni fuori dal Bentall Building e a Park Place su Burrard Street a Vancouver per girare delle esplosive scene d'azione, tra cui una con il personaggio di Brian Bloom, Pike, penzolante da un edificio e che cadeva da 25 metri di altezza per una scena. Bloom non era l'unico membro del cast ad abbracciare gli aspetti concreti della pellicola. Bradley Cooper ha convinto i realizzatori e i coordinatori degli stunt a lasciargli fare alcune sequenze d'azione, compresa una situazione mozzafiato in cui in cui è attaccato a un veicolo che sta percorrendo una strada.
Diversi set sono stati utilizzati per creare l'ambientazione del climax nel terzo atto, che nella storia si svolge a Long Beach Docks. Questa complicata sequenza, che comprendeva, tra gli altri stunt ed effetti pirotecnici, l'esplosione di una grande nave cargo, è stata colta sfruttando due diverse location in alcune settimane di lavoro. La produzione ha potuto accedere alla zona del Porto di Vancouver, dove l'unità principale ha girato per due giorni prima di tornare sui teatri di posa, e su un set che rappresentava la situazione successiva all'esplosione. Spettacolare per dimensioni e progettazione, il Container World era un'imponente struttura con 30 container navali bloccati e sistemati in modo da consentire l'azione esplosiva e le coreografie in maniera sicura, come è stata effettivamente ripresa nelle ultime due settimane.

Mentre giravano a Vancouver, i realizzatori hanno sfruttato tante location caratteristiche, tra cui il Wosk Center for Dialogue, che forniva lo sfondo per la scena in cui il tribunale militare si riunisce per processare l'A-Team. Tra le altre location importanti c'era il Kent Correctional Institution, una prigione di massima sicurezza che consentiva ai realizzatori di fornire realismo alla scena in cui Lynch si reca a trovare l'incarcerato Hannibal; e una struttura acquatica vicina alla Sea-to-Sky Highway che collega Vancouver a Whistler, in grado di fornire l'impressionante panorama per la Casa di sicurezza dove Hannibal e i suoi piani pianificano la loro fuga.
[an error occurred while processing this directive]
[+] aggiungi informazioni e curiosità su A-Team oppure [+] scrivi recensione e vota A-Team

Vota, leggi trama e opinioni su A-Team di Joe Carnahan - Torrent, scaricare A-Team di Joe Carnahan, streming

Questo sito è gestito con HyperPublish e molto olio di gomito.
Questo è un sito di cinema film movies amatoriale: le informazioni provengono dai miei studi, dal contributo degli utenti e da fonti reperibili nel pubblico dominio. Non posso garantire la validità delle informazioni ma faccio del mio meglio. Posso inoltre garantirti la mia onestà quando dico che un film è bello. Aggiungi anche tu la tua opinione e fai sapere a tutti senza limiti come è il film! Ti invito ad andare al cinema, non è bello scaricare torrent guardare streaming vedere megavideo striming divx emule movies nemmeno in anteprima. I copyright dei film / movies appartengono ai rispettivi proprietari.



Qualche film interessante: Appassionate, Apache, Anplagghed al cinema, Ana Arabia, Amoreodio, Ammesso, American Dreamz, All Cats Are Grey, Airport

Film in ordine alfabetico: 9.99…20 D 20 F…50 V 500 …UNA - ...A…A PR A PR…ACQU ACRI…AH S AI C…ALIL ALL …AMAZ AMAZ…AMOR AMOR…ANIJ ANIM…APPU APPU…ASPR ASSA…AVVI AWAK…L'AM L'AM…LE A LE A…UN A UN A…UN'A - A BE…BALL BALT…BE K BE L…BENV BENV…BING BIOS…BLOO BLOO…BOX BOXI…BULW BUMA…LA B LA B…THE THE …UNA - ...C…CAPT CAPT…CAVA CAVA…CHE CHE …CICO CIDA…CODI CODI…COMM COMM…COSA COSA…CUCC CUOR…IL C IL C…LA C LA C…PORC THE …UNA - ...E…DEAD DEAD…DEST DEST…DIRT DIRT…DORI DORM…DUE DUE …LA D LA D…UNA UNA …UNA - ...E…EFFE EFFE…EMPI EMPL…EVAN EVAN…L'ES L'ES…UN'E - A FA…FAUS FAUS…FINO FINO…FRA FRAG…FROZ FRUI…I FR I FR…LA F LA F…UNA - A GL…GET GET …GIOV GIOV…GOMO GOMO…GRIN GRIZ…IL G IL G…LE G LE G…UNA - A HI…HARR HARR…HESH HESH…HONE HONE…HUNG HUNG…UN H - GLI …IMMO IMMO…INCO INCR…INTE INTE…IQBA IRAQ…L'IN L'IN…UN'I - I JO…JESU JET …JOYF JU T…THE - K.36…KING KING…THE - A LE…LAND LAND…LEGE LEGI…LIBE LIBE…LONT LONT…LULU LUMI…UNA - A MA…IL M IL M…LA M LA M…MAES MAGA…MANS MANS…MATE MATE…MENO MENO…MILO MIMZ…MO'J MOLI…MO'T MOTO…MY G MY I…UN M UN M…UNA - I NO…NARU NARU…NEMM NEMM…NO ( NO -…NON NON …THE THE …UNA - GLI …OCTA OCTO…ONDE ONDE…ORO ORO …UN'O - O - …IL P IL P…LA P LA P…PANE PANE…PASS PASS…PEPP PEPP…PICC PICC…PLAT PLAY…PRAI PRAN…PROF PROF…THE THE …UNE - A QU…QUEE QUEE…THE - I RA…LA R LA R…RAIN RAIS…REMB REMB…RIDE RIDI…ROBO ROCC…THE THE …UNA - O - …IL S IL S…LA S LA S…SALE SALI…SCAR SCAR…SECO SECO…SETT SEVE…SHOR SHOR…SKOO SKY …SOLO SOLO…SPAC SPAC…STAR STAR…STRE STRE…SUR SUR …THE THE …UNO - I TE…TADP TAFA…TEMP TEN …THE THE …TI V TI V…TORO TORQ…TRE TRE …TURI TURI…TWO TWO …UNA - GLI …L'UO L'UO…UNDE UNDE…UZAK - A VE…LA V LA V…VAJO VALD…VERO VERO…VIRG VIRT…VUOT - I WA…WARC WARC…WILD WILD…WWW - X - Y - Z
Registi in ordine alfabetico: 0..9 A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
Cerca...
RecensioniFilm.com 2017 tutto il Cinema raccontato dal pubblico - Accordi - Software - Crea Ebook - Screen savers - Privacy e cookies - Contatti, suggerimenti - Film senza limiti - Streaming